29 Aprile 2019 16:39

ADRIA

Al Comunale esordisce l’Orchestra Giovanile dei Conservatori Polesani

Il presidente Santato: "Da tempo sognavo maestri e alunni uniti per dar vita a un'orchestra giovanile"


ADRIA – Sabato 27 aprile resterà nella memoria storica degli adriesi una singolare festa della musica, protagonisti i giovani studenti dei conservatori Antonio Buzzolla e Francesco Venezze, una nuova stabile Orchestra Giovanile dei Conservatori Polesani alla quale  un teatro affollato ha tributato un grato e gioioso lungo applauso finale. Erano cinquanta i ragazzi diretti da Ambrogio De Palma che hanno suonato la sinfonia numero uno in sol minore di Méhul e la sinfonia numero otto  “incompiuta” in si minore di F.Schubert.

Ha introdotto la serata il Direttore del Conservatorio Buzzolla di Adria Roberto Gottipavero, sottolineando la specificità dell’evento e il suo valore formativo, nonché l’impegno di una programmazione concertistica.

“Nella splendida cornice del Teatro Comunale di Adria – osserva il Direttore Gottipavero – ha avuto luogo una serata davvero emozionante che ha dato il via, nel segno di Beethoven, alla prima rassegna di concerti dell’Orchestra Giovanile dei Conservatori Polesani. La compagine orchestrale, formata da studenti e neo diplomati dei due Conservatori il Buzzolla di Adria e il Venezze di Rovigo, è stata guidata con sapienza dal maestro Ambrogio De Palma, il quale ha saputo far emergere le indubbie qualità dei giovani esecutori che hanno dato prova di seper creare quel timbro sonoro tipicamente “italiano” che contraddistingue le migliori orchestre di professionisti. Un’esecuzione “fresca” e spontanea che ha pienamente soddisfatto il pubblico entusiasta. Oltre ai brani in programma, l’Orchestra ha regalato, nel bis finale il “Capriccio” sinfonico” scritto in età giovanile, e da qui il richiamo alla Giovanile Orchestra, da Vincenzo Bellini. Insomma, una serata che non dimenticheremo facilmente”.

“Nel libro dell’importante tradizione musicale polesana abbiamo  una nuova pagina – osserva Virgilio Santato, presidente della Fondazione per lo sviluppo del Polesine – Da tempo auspicavano, se non sognavano, vedere studenti e neo diplomati con i loro direttori d’orchestra dei nostri due Conservatori, l’Antonio Buzzolla e il Francesco Venezze  dar vita a una orchestra giovanile polesana. Adria e Rovigo per la musica, una testimonianza di professionalità e amore, che riesce a fare tutti platea, comunità affascinata dalla bellezza dell’armonia. E allora grazie – conclude Santato – a quanti hanno creduto in questo progetto, ai nostri Conservatori, ai loro presidenti e direttori e docenti, agli studenti in particolare, ora così vicini. E grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo per un sostegno che ne fa anche in questa circostanza ente non solo munifico ma anche illuminato, come lo è investire nella cultura e nella formazione dei ragazzi”.

Conclude poi Mara Bellettato, Presidente del Conservatorio Antonio Buzzolla, affermando: “Serata di grande musica al Comunale per il debutto della Orchestra Giovanile Polesana. Un numeroso e attento nonché competente pubblico ha accolto l’esecuzione delle sinfonie con applausi scroscianti, consapevole dell’impegno profuso da questi splendidi ragazzi guidati dal maestro De Palma. Un programma impegnativo ha visto lavorare insieme per la prima volta le eccellenze dei due Conservatori presenti nel nostro Polesine, iniziando un percorso educativo-culturale che sarà portato nei teatri e nelle chiese della provincia”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.