18 Aprile 2019 06:50

VIOLENZA SESSUALE

Abusò di una tredicenne nel bagno: condannato a 4 anni e 6 mesi

I fatti risalgono al 2012: il rapporto si sarebbe consumato all'interno della toilette pubblica nell'area dell'ex cinema


ROVIGO – Era la fine del 2012. Aveva appena 13 anni. Ma il suo ragazzo, già ventenne, non voleva sentire ragioni: voleva consumare un rapporto sessuale, nonostante il rifiuto della giovanissima. Così, l’avrebbe stesa per terra in un bagno pubblico a Borsea, precisamente all’interno dell’area dove un tempo si trovava il cinema e il negozio di oggettistica cinese, imponendole di consumare un rapporto sessuale.

Per questi fatti, con l’accusa di atti sessuali con consenziente, il giovane era già stato condannato a quattro anni e 10 mesi, nel 2016. La sua difesa, però, riportava una versione diversa: tra i due ci sarebbero state solo effusioni e nessun rapporto sessuale.

Ieri però è arrivato anche il giudizio di secondo grado, che ha comportato sempre una condanna per il giovane, anche se leggermente diminuita: 4 anni e 6 mesi. Per la vittima inoltre un risarcimento di 10mila euro, più 2500 euro a testa per i genitori della ragazza.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.