20 Marzo 2019 20:08

IL RICORDO

Un rodigino a fianco di Orsetti: la testimonianza di Marco Gelhat

Il 24enne aveva combattuto con il giovane deceduto in Siria nella provincia curda di Afrin


ROVIGO – Continuano le testimonianze di solidarietà a Lorenzo Orsetti, l’italiano deceduto in Siria mentre combatteva contro l’Isis. Un altro rodigino, Marco Gelhat, ha combattuto al suo fianco ed è rimasto molto scosso dalla terribile notizia. Ora si trova per motivi di studio in Sud America, ma quando ha saputo della morte del suo amico Lorenzo “Tekoser” non era sorpreso: “Lorenzo era un idealista e diceva che era dalla parte giusta e che doveva lottare per quel popolo” commenta il giovane.

Marco abita a Rovigo, è laureato in storia, ed ha appena 24 anni. Era partito per il Rojava nel novembre del 2017. Dopo aver fatto l’Accademia con altri italiani a Rojava e é partito per il fronte di Afrin quando i Turchi attraverso i jihadisti hanno attaccato la provincia Curda di Afrin. Lì, con lui, c’erano altri due italiani: Lorenzo Tekoser, per l’appunto, e un altro ragazzo di Roma, “Dilsoz” il suo nome da combattente.

Questi 3 giovani sono rimasti amici per la pelle avendo vissuto una terribile guerra insieme. Marco è un ragazzo calmo, che non ha mai fatto politica, ma che ha deciso di andare ad aiutare il popolo Curdo per combattere l’Isis e per conoscere il nuovo modello di società che stanno costruendo sulla base degli scritti teorici e politici del loro leader Abdullah Ocalan. Questa progetto di società si chiama Confederalismo Democratico.

La sua testimonianza di affetto per Lorenzo si aggiunge a quella di Claudio Locatelli, respoNsabile del Mud Obstacle park di Rovigo (LEGGI ARTICOLO)

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.