25 Marzo 2019 11:11

REGIONE VENETO

Tempesta Vaia: aprono 350 cantieri, 23 milioni al Polesine

Arriva l'ok della Protezione Civile: interventi alle reti dei consorzi di bonifica e sulla costa


PADOVA –  Angelo Borrelli, Capo Dipartimento della Protezione Civile nazionale, ha annunciato questa mattina da Padova che il suo Dipartimento ha approvato e dato il via libera al Piano del Commissario per il maltempo. Si tratta del piano di interventi nei territori colpiti dalla tempesta Vaia dell’autunno 2018 che saranno realizzati nel 2019, presentato la scorsa settimana da Luca Zaia a Venezia. Tra questi interventi è interessato anche il polesine: LEGGI ARTICOLO.

Sono previste opere pari a 23.345.000 euro in provincia di Rovigo: 8,5 milioni per la sistemazione idraulica della rete consortile del Consorzio di Bonifica Adige Po, 7,5 milioni per la sistemazione idraulica delle rete del Consorzio di bonifica Delta Po e 7,5 milioni di euro per difesa della costa.

“Ringrazio il dottor Borrelli e la Protezione Civile Nazionale per la tempestiva risposta – commenta il Commissario Zaia – non c’è tempo da perdere ora. Il coordinatore Nicola Dell’Acqua ha già provveduto a convocare per oggi pomeriggio i soggetti attuatori per procedere con l’attivazione di tutte le procedure per far sì che i cantieri siamo aperti prima possibile. La nostra montagna deve rinascere”.

I soggetti attuatori, in parte tecnici e in parte sindaci dei territori colpiti dal maltempo, sono i referenti che coordinano in loco gli interventi e i cantieri. Nel 2019 è prevista l’apertura di 350 cantieri finanziati in base ad un Decreto del Consiglio dei Ministri dello scorso 27 febbraio nel quale è previsto un finanziamento triennale di oltre 927 milioni di euro, oltre 382 milioni da investire nel 2019.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.