21 Marzo 2019 11:41

DISASTRO AMBIENTALE

Strade avvelenate, rilievi Arpav in via Corbottolo: ci vivono 10 famiglie

I sindaci di Trecenta e Giacciano vogliono capire il grado di tossicità dell'asfalto utilizzato


TRECENTA – Giornata di rilievi, oggi giovedì 21 marzo, per Arpav in via Corbottolo, la via tra Trecenta e Giacciano con Baruchella interessata dal problema dei rifiuti tossici, che sarebbero stati nascosti sotto l’asfalto dalle aziende della bassa veronese coinvolte nello scandalo delle strade avvelenate, il cui processo si è aperto proprio ieri a Venezia. L’azienda infatti è stata incaricata di effettuare dei test per capire il grado di tossicità presenti sulle strade dei 17 comuni polesani che sono stati coinvolti nello scandalo delle strade avvelenate, per capire il grado di tossicità presente sulle strade e come comportarsi per tutelare la sicurezza dei cittadini.

In questi giorni effettuerà controlli a tappeto in tutte le zone, iniziati appunto oggi da via Corbottolo, dove attualmente risiedono 10 famiglie. “Sono iniziate le ricognizioni per capire esattamente il grado di tossicità e la pericolosità di eventuali metalli pesanti in superficie – spiega il sindaco di Trecenta, Antonio Laruccia, che coordina il gruppo di sindaci coinvolti -. La nostra priorità infatti è la sicurezza dei cittadini e dobbiamo capire se partire con azioni di bonifica o comunque che azioni attuare per proteggere la salute dei residenti. Oggi si stanno facendo i primi prelievi, che proseguiranno nei prossimi giorni nelle altre zone, che poi saranno analizzati da Arpav e sulla base dei risultati decideremo come muoverci”.

Una perizia utile anche per il processo alle due aziende accusate di ricevere, trasportare e gestire abusivamente ingenti quantità di rifiuti, tra cui scorie e ceneri pesanti (LEGGI ARTICOLO) che si è aperto ieri a Venezia e si è concluso con un rinvio all’8 maggio, in quanto non è stata consegnata una notifica a una delle due aziende imputate. Si sono costituiti parte civile 17 comuni polesani, coordinati da un pool di avvocati con Giampaolo Schiesaro, ex pm, a cui si aggiunge la Provincia di Rovigo e la Regione del Veneto.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.