22 Marzo 2019 18:11

USURA

Rubens Pizzo resta agli arresti domiciliari

La presunta vittima avrebbe cambiato versione nel secondo interrogatorio: gli avvocati attendono il riesame


ROVIGO – Niente da fare: Rubens Pizzo resta agli arresti domiciliari. Nel pomeriggio di oggi, venerdì 22 marzo, infatti, all’imprenditore rodigino che proprio stamane aveva esposto la sua versione dei fatti al giudice per le indagini preliminari di Rovigo (LEGGI ARTICOLO)  è stata notificata l’ordinanza di rigetto della richiesta di revoca della misura cautelare degli arresti domiciliari.

“Questa mattina Pizzo, rispondendo a tutte le domande del giudice, riteneva di aver chiarito la sua estraneità ai fatti – precisano gli avvocati difensori, Michele Brusaferro e Dania Pellegrinelli -. L’imprenditrice bolognese, presunta persona offesa, che, si sottolinea, non ha mai denunciato Pizzo, era stata sentita dalla difesa in sede di indagini difensive il 17 marzo e aveva confermato i fatti così come Pizzo da subito aveva descritto. Successivamente, la presunta parte offesa era stata ascoltata dall’autorità giudiziaria. Di tale dichiarazione la difesa non ha ancora potuto prendere visione, in quanto depositata solo oggi contestualmente all’interrogatorio. Dal tenore dell’odierna ordinanza, la predetta dichiarazione risulterebbe essere diversa da quella resa il 17 marzo e non coincidere neppure con l’imputazione provvisoria contestata a Pizzo”.

In poche parole, qualcosa, nelle due versioni, non quadra. “Inoltre, varie circostanze introdotte dal giudice nell’ordinanza di rigetto, risultano errate proprio alla luce dei documenti agli atti – concludono gli avvocati, in attesa del tribunale del Riesame –. Si rimane quindi in attesa della fissazione dell’udienza di riesame, che è già stato depositato dalla difesa in settimana, proprio perché si prevedeva che, in questa fase, l’originaria ordinanza cautelare sarebbe stata comunque confermata, come solitamente avviene”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.