06 Marzo 2019 20:15

MAXI INCHIESTA

Raffica di veicoli rubati per commerciarli in Libia

E' partita da Ragusa, ma tocca anche Rovigo: 40 gli indagati


ROVIGO – L’inchiesta è partita da Ragusa, in Sicilia, ma tocca anche Rovigo: molti veicoli rubati in città e provincia erano furti su su commissione, per trasferire poi i veicoli in Libia, attraverso Malta, per la vendita a prezzi inferiori di mercato. Un giro d’affari che toccava la nostra provincia, ma anche Siracusa, Roma, Reggio Calabria, Caltanissetta, Agrigento, Pistoia, Gorizia, Crotone e Cinisello Balsamo.

L’inchiesta è partita dalla Procura di Ragusa, che con la polizia stradale, ha indagato su tre bande specializzate in riciclaggio, furto e ricettazione di veicoli commerciali. Una maxi operazione, chiamata “Coast to Coast” che vede ben 40 indagati e 35 perquisizioni in varie città. Degli indagati 33 sono italiani, siciliani o calabresi, quattro libici, due maltesi e uno tunisino.

Le accuse sono di associazione per delinquere finalizzata alla ricettazione, falso e riciclaggio internazionale di veicoli.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.