19 Marzo 2019 14:05

ROSOLINA

Nascondevano la coca in un canneto: arrestati

In manette due giovani marocchini fermati dai carabinieri con un "sasso" da 53 grammi ancora da tagliare


ROSOLINA – Nascondevano sassi di cocaina purissima in un canneto di Volto, frazione di Rosolina. Poi, in base alle richieste dei loro clienti, andavano a prelevarla, la portavano a casa dove la tagliavano e preparavano le dosi da vendere. Era ingegnoso il metodo applicato nella preparazione e nello smercio di droga da due giovani marocchini, un 28enne e un 34enne, entrambi residenti a Rosolina. Ma che non ha fatto i conti con i carabinieri di del nucleo radiomobile di Adria, che nel pomeriggio di sabato hanno arrestato i due giovani colti in flagrante.

E’ successo tutto il 16 marzo, nel primo pomeriggio. Alcune pattuglie, al comando di Fulvio Zinni e Angelo Stefanini, si sono accorte di alcuni strani movimenti di un’auto, una Mercedes, che ad un certo punto aveva accostato vicino ad un canneto in località Volto. Dal veicolo è sceso un ragazzo di origine marocchina, che dopo aver cercato in mezzo alle piante, ha preso un sasso e l’ha portato con se in auto. Insospettiti i militari hanno subito fermato il veicolo per controllare cosa stesse succedendo, ma il conducente, intimorito, ha accelerato scappando all’alt.

I carabinieri quindi si sono dati all’inseguimento, riuscendo a bloccare l’auto dopo qualche minuto, procedendo così alla perquisizione del veicolo. All’interno, il famoso sasso: 53 grammi di cocaina purissima, ancora da tagliare, dal valore commerciale di circa 15mila euro, insieme a 975 euro in contanti. All’interno dell’auto, due giovani di origine marocchina: D.H, di 34 anni, e G.S, di 28 anni, entrambi disoccupati e con precedenti per reati legati allo spaccio di droga.

I carabinieri hanno quindi proseguito l’operazione perquisendo anche le abitazioni dei due giovani, dove è stata ritrovata altra cocaina. Per la precisione circa 23 dosi già imbustate, dal per di circa 17 grammi ciascuna. Segno inequivocabile delle intenzioni dei due giovani. Secondo le indagini, ancora in corso, la loro clientela era variegata e composta sia da giovanissimi sia da 60enni.

I due quindi sono stati immediatamente arrestati e trasportati a Rovigo, in attesa della convalida.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.