05 Marzo 2019 14:30

PORTO TOLLE

L’europarlamentare De Castro affronta il tema “Sic”

Giovedì l'incontro nella sede della Coop Fra Pescatori dell'Adriatico


PORTO TOLLE – “Serve il Sic in Alto Adriatico?”. Questa la domanda al centro dell’incontro in programma giovedì prossimo, 7 marzo, a Scardovari (Porto Tolle) alle 16.30 e a cui parteciperà l’europarlamentare Paolo De Castro, vicepresidente della commissione Agricoltura e sviluppo rurale a Bruxelles.

“È importante difendere l’ambiente marino, ma senza penalizzare in maniera drammatica settore ittico e turismo: siamo sicuri che la scelta di istituire un Sito di interesse comunitario in un’area così vasta e a
ridosso della costa sia la decisione migliore?” si chiede Graziano Azzalin, consigliere regionale del Partito Democratico e vicepresidente della commissione Pesca a Palazzo Ferro Fini, che coordinerà l’incontro.

“Siamo a un punto di svolta, poiché sempre giovedì, a Zagabria, è in programma la riunione della Commissione europea che dovrà definire l’area interessata dal Sic per proteggere tartarughe marine e delfini. L’Italia è in forte ritardo: finora abbiamo navigato a vista, il Ministero non ha presentato alcuna cartografia del perimetro della zona ‘sotto tutela’, né sappiamo quali saranno i vincoli, anche temporali, per le attività ittiche. Il territorio deve essere coinvolto nella scelta, non può essere calata dall’alto. E le preoccupazioni sono più che giustificate. Restano molti dubbi sull’efficacia di questo strumento, poiché la maggiore concentrazione di tartarughe marine e delfini si registra nelle acque internazionali non nei pressi delle coste. Per tutelarli esistono probabilmente strumenti più efficaci, misure di cooperazione territoriale o accordi internazionali, previsti dal protocollo sulle ‘Aree protette e la biodiversità del Mediterraneo della Convenzione di Barcellona’?”.

L’incontro di Scardovari si terrà nella sede della Coop Fra Pescatori dell’Adriatico, in viale della Repubblica 8. Interverranno il presidente della cooperativa Angelo Stoppa, il professore dell’Università di Padova Sandro Mazzariol, Gianluca Fregolent della direzione Agroambiente della Regione, il sindaco di Porto Tolle Roberto Pizzoli, Antonio Gottardo di Legacoop Pesca, Marco Spinadin di Fedagri-Confcooperative, Alessandro Faccioli di Impresa Pesca e Gianni Stival di Agrital Veneto.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.