21 Marzo 2019 19:40

COMUNE DI ROVIGO

Il commissario mantiene le promesse: soldi per coprire le buche e mettere in sicurezza le scuole

Approvato il bilancio da 83 milioni di euro: priorità alla viabilità e al sociale. Non ancora chiarito il lodo Baldetti


ROVIGO – Approvato il Bilancio di Previsione 2019-2021 del Comune di Rovigo. Un bilancio biennale complessivo da 83 milioni e 400mila euro circa. A dare l’ok formale, il Commissario Straordinario Nicola Izzo, affiancato dai subcommissari Antonello Roccoberton e Luigi Armogida giovedì 21 marzo nella sala consiliare di palazzo Nodari.

Priorità da subito, visto lo stato disastroso in cui versano le strade del capoluogo, al sistema viario cittadino e alla sicurezza scolastica. Circa 408mila euro di lavori pronti per provvedere alla messa in sicurezza delle strade, con immediata eseguibilità. “Ciò siginifica che già da domani possono partire i lavori. Per le strade rispetto ai soldi destinati dalla precedente amministrazione abbiamo quasi triplicato la quota” ha spiegato Izzo.

Immediatamente eseguibili i lavori di copertura per le scuole elementari di Mardimago e Donadoni. E poi fondi sono stati stanziati nella manovra di Palazzo Nodari anche per interventi negli asili nido, ben 100mila euro per la manutenzione straordinaria. Ben 89mila euro sempre per gli altri edifici scolastici e per la loro manutenzione ordinaria e straordinaria.

Soldi messi a bilancio anche per sistemare gli impianti sportivi. Al “Gabrielli” e al “Battaglini” sono stati destinati 45mila euro per l’illuminazione di emergenza.  Altri interventi in programma sul patrimonio comunale con: la manutenzione straordinaria della sede municipale (20mila euro),del Teatro Sociale (25mila euro) e degli alloggi parcheggio (15mila euro).

C’è poi il capitolo dedicato agli interventi nel sociale. Al Centro antiviolenza vanno 15mila euro, al nuoto disabili 25mila euro.

Sul fronte delle politiche tributarie e fiscali sono state confermate per il 2019 le aliquote Imu e Tasi attualmente in vigore. Cosi come restano inalterate le tariffe della Tosap e dell’imposta sulla pubblicità e pubbliche affissioni. Per la Tari, la tassa sui rifiuti c’ è un calo: una diminuzione per tutte le categorie, sia domestiche che non domestiche, rispetto all’anno precedente di 4,5 punti percentuali.

Resta un grande punto interrogativo sulla questione del lodo Baldetti, e sul debito che deve versare il Comune di Rovigo a Unipol Banca. Il Commissario è al lavoro per trovare un’ipotesi di soluzione che lascerà in eredità alla nuova amministrazione.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.