22 Marzo 2019 13:01

USURA

“Era solo un prestito a un’amica”: Rubens racconta la sua verità

Gli avvocati difensori hanno chiesto la revoca della misura cautelare a carico di Pizzo


ROVIGO – E’ stato interrogato oggi Rubens Pizzo, l’imprenditore rodigino arrestato sabato scorso con l’accusa di usura, davanti al giudice per le indagini preliminari Silvia Varotto e al sostituto procuratore Sabrina Duò, che sta seguendo il suo caso.

“Abbiamo spiegato al giudice la versione dei fatti di Rubens e non vogliamo dichiarare nulla per non turbare il giudice in questo momento” spiegano Michele Brusaferro e Dania Pellegrinelli, avvocati difensori del re della movida rodigina. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, però, parrebbe che Rubens abbia spiegato al giudice e al pubblico ministero che si tratta solo di un fraintendimento: si tratterebbe infatti di un prestito a tasso zero a un’amica, di una somma superiore a quanto dichiarato dalla stessa donna (60mila euro), un’imprenditrice rodigina, ma che possiede la propria attività a Bologna.

Proprio sulla base di questi fatti, gli avvocati difensori hanno chiesto la revoca della misura cautelare a carico di Pizzo, ovvero gli arresti domiciliari. Se tornerà libero o meno, ora, è una decisione che spetta al giudice Silvia Varotto.

Rubens Pizzo era stato arrestato dai carabinieri di Rovigo lo scorso sabato, con l’accusa di usura, insieme a un cittadino di Goro accusato dello stesso reato (LEGGI ARTICOLO). Secondo l’accusa avrebbe prestato 60mila euro a un’imprenditrice chiedendone la restituzione con tassi del 200%.

 

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.