04 Marzo 2019 10:01

COMUNE ADRIA

Da Bellombra il nuovo percorso organizzativo per la stagione di prosa

La giunta incontra la frazione: reintrodotte le agevolazioni Imu e Tari


ADRIA – La quinta tappa del  circuito itinerante per le frazioni della giunta Barbierato, ha fatto tappa martedì scorso  nel centro civico di piazza San Giacomo a Bellombra. Gli incontri, organizzati dalla maggioranza guidata dal sindaco Barbierato con il triplice motivo  di incontrare i cittadini della frazione, esporre e fare il punto della situazione dei lavori della giunta e ascoltare le istanze  dei cittadini, stanno riscuotendo consensi positivi da parte della cittadinanza per la possibilità di un confronto diretto con gli amministratori che permette  la risoluzione di problematiche  da tempo inascoltate.

Dalla serata del 26 Febbraio infatti, oltre alle richieste e segnalazioni riassunte in un verbale di riunione con le associazioni Compagnia  teatrale El Tambarelo, Gruppo Onda  Rosa, Asd Atletico Bellombra, Coldiretti Bellombra, circolo Santa Eurosia, la consigliera comunale  Graziella Bovolenta ha evidenziato il volere della cittadinanza frazionale, la quale  chiede all’amministrazione comunale di ottemperare ad una attenta politica  delle frazioni finalizzata a salvare l’esistente.

A rispondere con i fatti l’assessore ai lavori pubblici Marco Terrentin che ha fatto un excursus degli interventi già realizzati nella frazione, dalla potatura alla sistemazione di diverse buche sulle strade e alla
sistemazione del guardarail sul ponte su via Traversagno. “Stiamo facendo in modo di risalire all’autore che ha danneggiato il guardarail – ha detto Terrentin – visto che i lavori di ripristino sono costati alle casse
comunali 25mila euro”.

“Abbiamo rimesso le agevolazioni Imu e Tari, che il prefetto aveva tolto. E abbiamo deciso che non saranno aumentate le tasse, anche se la questione dell’abbandono dei rifiuti rimane un problema, perché sono Interventi che creano disagio, e i costi di pulizia  sono in automatico spalmati  nelle bollette di  tutti i cittadini” ha detto il vice sindaco Wilma Moda. L’attenzione per la frazione  si traduce anche nella collocazione di un defibrillatore nell’impianto sportivo pubblico, predisposto dall’assessore alle associazioni Marco Tosato, e alla prossima attivazione di corsi gratuiti per l’uso dello strumento salvavita, che saranno promossi dalla giunta Barbierato in sinergia con la Croce Verde, a favore dei dirigenti delle società sportive.

Altra cosa che è emersa dell’incontro e che potrebbe dare una svolta “teatrale” alla città del Delta, la proposta di una nuova stagione di prosa, curata dalle associazioni teatrali El Tambarelo, El Canfin di Baricetta e i ragazzi di Carbonara. A farsi portavoce della richiesta il presidente del gruppo teatrale El Tambarelo, Giuliano Visentin, forte dei consensi del teatro amatoriale organizzato e dei riscontri ottenuti in questi anni, dalle tre compagnie teatrali. “Esibirci nel nostro teatro comunale, è per noi motivo di orgoglio e per questo vorremmo mettere a disposizione le nostre eccellenze artistiche per costituire una squadra e cambiare modo di fare teatro, – spiega Visentin – proponendo una stagione  di prosa, con lo scopo di incrementare gli appuntamenti in cartellone con conseguente aumento del numero medio degli spettatori dell’intera stagione”.

Si profila così all’orizzonte delle prossime stagioni teatrali, un percorso organizzativo nuovo e  una programmazione culturale per la quale Adria, può contare su personaggi illustri e con le necessarie competenze. In merito il sindaco Barbierato, a cui fa capo la delega alla cultura, ha dimostrato la volontà di convocare un tavolo di concertazione.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.