26 Marzo 2019 17:40

NORME

Cna: “Sul copyright un testo equilibrato che garantisce il diritto d’autore”

Con il nuovo testo Ue viene favorita la tutela delle piccole imprese che producono contenuti a svantaggio delle grandi piattaforme del web


ROVIGO – E’ stato approvato dall’Unione Europea il nuovo testo in merito al diritto d’autore. Una normativa molto attesa, che nei giorni scorsi aveva fatto discutere le aziende che operano sul web e anche colossi come Wikipedia. Immediata l’analisi di Cna comunicazione, presieduta dal polesano Filippo Dalla Villa.

“L’approvazione definitiva della direttiva sul copyright da parte del Parlamento Europeo – ha affermato Filippo Dalla Villa, Presidente Nazionale e veneto di CNA Comunicazione –  favorisce la tutela del diritto d’autore ed è a favore di chi produce contenuti. Giudichiamo in modo favorevole il fatto che le multinazionali del web, aggregatori di notizie come e piattaforme di condivisione come Facebook, YouTube e molti altri, esercitino una sorta di controllo su ciò che viene caricato dai loro utenti, in modo da escludere la pubblicazione di contenuti protetti dal diritto d’autore e sul quale gli utenti non detengono diritti. Altresì qualora loro stessi utilizzassero i contenuti pubblicati dagli utenti, dovranno corrispondere un compenso”.

Per CNA Comunicazione il testo approvato dall’Europarlamento contiene diversi elementi positivi per le piccole imprese del settore: “Innanzitutto le piccole imprese del web  – sottolinea Dalla Villa –  sono escluse dall’ambito di applicazione della Direttiva. Inoltre, la semplice condivisione di collegamenti ipertestuali (i cosiddetti hyperlink ndr) è libera e non soggetta a copyright. Riteniamo pertanto che  gli autori di ‘opere dell’ingegno’, come ad esempio fotografi e videomaker, non possano che sentirsi più tutelati, anche grazie alla possibilità di poter ridiscutere i propri compensi qualora li ritengano iniqui”. In pratica, viene favorita la tutela del diritto d’autore a favore di chi produce contenuti a svantaggio delle grandi piattaforme del web.

Inoltre, per CNA Comunicazione è assolutamente positivo il fatto che le piccole imprese siano escluse dall’ambito di applicazione della direttiva e la cosa e potrebbe dar loro un maggior vantaggio concorrenziale rispetto ad altri. Chi invece ha perso una utile occasione per evitare brutte figure è stata Wikipedia che, per protesta contro la Direttiva, nei giorni scorsi ha oscurato le sue pagine italiane. Peccato che già nel luglio scorso fosse stato chiarito che Wikipedia e le altre enciclopedie online non avessero nulla da temere dalla Direttiva in quanto fossero da considerarsi automaticamente escluse dai requisiti previsti dalle nuove regole UE sul copyright.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.