15 Marzo 2019 18:20

FRIDAYSFORFUTURE

Anche Badia raccoglie l’appello di Greta

I ragazzi dell'Istituto "Primo Levi" scendono in piazza per sensibilizzare la cittadinanza


BADIA POLESINE – L’appello della sedicenne svedese Greta Thunberg non arriva solo a Rovigo, ma anche a Badia. I ragazzi dell’istituto Primo Levi questa mattina hanno deciso di darsi appuntamento al parco Bruno Munari alle 9 per manifestare tutti assieme nella giornata dello Sciopero globale per il clima .

Gli studenti hanno ricordato le indicazioni di Greta per tutti coloro che decidono di raccogliere l’invito: niente violenza, niente immondizia, anzi, se possibile pulire per dare l’esempio e niente danni. Prima e durante il corteo, che si è svolto con tamburi, slogan e cartelloni, i giovani hanno distribuito volantini con le piccole azioni che ogni cittadino può mettere in atto. Sono proprio queste piccole azioni, a fare la differenza.

I ragazzi, però, non hanno manifestato semplicemente in piazza. Alcuni sono entrati nei bar, si sono fermati con i passanti  per spiegare meglio cosa li avesse spinti a scendere in piazza, non solo in tutt’Italia ma nel resto del mondo. Con loro immagini eloquenti da mostrare che raccontano le conseguenze concrete del cambiamento climatico.  Un tema che tocca anche il nostro territorio, in particolare con l’innalzamento del livello dell’acqua nell’Adriatico.

Una vera e propria opera di sensibilizzazione, per far capire a tutti l’importanza di questo sciopero e l’urgenza di agire subito. In corteo con gli studenti è arrivato anche il primo cittadino di Badia PolesineGiovanni Rossi, che ha addirittura ceduto la propria fascia tricolore a una della ragazze presenti. “La manifestazione è finita, ma quello che dobbiamo fare no. C’è stato il 15 marzo, ma noi continueremo ad agire” hanno tenuto a precisare gli studenti al sindaco e ai cittadini.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.