21 Marzo 2019 10:11

PROVINCIA DI ROVIGO

A sostegno della legalità su due ruote

Corteo di ciclisti di Usacli da Rovigo a Padova per aderire alla manifestazione di Libera contro le mafie


ROVIGO – Una marcia per la legalità, ma in bicicletta. Sono stati ricevuti questa mattina, giovedì 21 marzo, i ciclisti delle delegazione Acli polesana, membri di varie realtà sportive del territorio, che hanno aderito alla manifestazione contro le mafie organizzata da Libera, di Don Ciotti, a Padova. I ciclisti sono quindi partiti da palazzo Celio in bicicletta, per raggiungere Padova e aderire, sempre su due ruote, alla XXIV Giornata della Memoria e dell’Impegno che ricorda di tutte le vittime innocenti delle mafie.

Il gruppetto ha ricevuto un gagliardetto e il mandato ufficiale dal presidente della Provincia, Ivan Dall’Ara, di rappresentare il Polesine alla manifestazione: “La Provincia di Rovigo sostiene sempre la legalità – spiega Dall’Ara -. E’ doveroso appoggiare queste manifestazioni contro le mafie e ricordare le vittime di questa piaga italiana. Grazie agli amici ciclisti che ci rappresenteranno insieme a Libera e a Don Ciotti”.

Rappresentante dei ciclisti, Renato Buratto, presidente Usacli regionale: “Da sempre sosteniamo Libera e lottiamo contro le mafie – spiega -. Abbiamo deciso di partecipare attivamente alla manifestazione proprio pedalando da Rovigo a Padova per partecipare a questa giornata nazionale rappresentando tutto il nostro territorio e tutte le società sportive che aderiscono a Usacli. Ringraziamo la Provincia per il supporto e possiamo dire che noi ci saremo, in prima fila, per la legalità e per commemorare le vittime di mafia”.

La manifestazione ha come tema “Passaggio a Nord Est, orizzonti di giustizia sociale”, durante la mattinata a Padova si presenteranno i familiari di vittime delle mafie e saranno letti i circa 1000 nomi di semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell’ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali morti per mano delle mafie solo perché, con rigore, hanno compiuto il loro dovere.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.