12 Marzo 2019 19:38

LA RASSEGNA

A scuola di Costituzione grazie al mondo del cinema

Ogni giovedì sera al teatro Don Bosco film per riflettere sul passato e sulla contemporaneità


ROVIGO – Una rassegna cinematografica dedicata alla Costituzione italiana quella che andrà in scena, ogni giovedì sera, al teatro Don Bosco di Rovigo. Organizzata dall’associazione “Viva la Costituzione“, si ripropone di invitare alla riflessione su temi importanti per la nostra nazione attraverso il linguaggio del cinema, mettendo in scena quindi vicende e personaggi emblematici, per evidenziare situazioni di grande tensione etica e di rilevanza sociale.

Il primo appuntamento sarà già questo giovedì, 14 marzo, alle 21, con il film “Il vento fa il suo giro” di Giorgio Diritti. Prima della proiezione, ci sarà un dibattito con il sociologo Giorgio Osti.

“Rilevare collegamenti tra la le situazioni rappresentate e i molteplici contenuti della nostra Carta Costituzionale può essere un esercizio che può condurre a una maggior consapevolezza delle regole fondamentali della nostra società – spiega Enzo Bellettato, presidente di Viva la Costituzione – e a una più disincantata lettura dei fatti della storia passata e della cronaca contemporanea”.

Gli altri appuntamenti in programma sono:

  • Giovedì 21 marzo, ore 21, “La classe operaia va in paradiso” di Elio Petri, con l’introduzione del giornalista Maurizio Romanato
  • Giovedì 28 marzo, ore 21, “Vajont” di Renzo Martinelli, con l’introduzione del giornalista Nicola Chiarini
  • Giovedì 4 aprile, ore 21, “Il Villaggio di cartone” di Ermanno Olmi, con l’introduzione del docente di filosofia Paolo Zorzato
DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.