11 Febbraio 2019 10:55

CUPLA ROVIGO

Una nuova “comandante” per le battaglie dei pensionati polesani

Daniela Guagliumi: "Combatteremo per i Lea, la riforma delle Ipab, per la riduzione delle liste d'attesa, per la medicina integrata"


ROVIGO – Passaggio di consegne nel Coordinamento provinciale del Cupla, il Comitato Unitario del lavoro autonomo fra 50&PIU’, Confcommercio e Cna pensionati. Nel corso della seduta del Coordinamento dello scorso 7 febbraio che ha visto riuniti i presidenti che rappresentano le categorie dei pensionati del commercio (50&PIU’ Confcommercio), dell’artigianato (Cna Pensionati e Anap Confartigianato Polesine), dell’agricoltura (Fnp Coldiretti, Anp Cia, Sp Confagricoltura), il Coordinatore Provinciale Cupla uscente Giancarlo Destro ha consegnato il testimone a Daniela Guagliumi Vicepresidente provinciale della CNA Pensionati. 

Il coordinatore uscente, dopo i due anni di rappresentanza previsti, ha augurato buon lavoro alla nuova coordinatrice che ha ringraziato i componenti provinciali del Cupla per la fiducia che le è stata accordata ma ha anche sottolineato la responsabilità che le viene affidata. “Il Cupla – commenta Guagliumi – rappresenta una fetta molto importante di pensionati e, come a livello nazionale si è riuscito a farlo diventare interlocutore unitario dei governi che si sono succeduti, anche qui, nella provincia di Rovigo, agirò in modo tale da far sentire la presenza, le richieste, dei pensionati del lavoro autonomo. Nei prossimi due anni  agirò nel territorio con incontri e manifestazioni, con un programma di lavoro partecipato,  in cui verranno messi  all’attenzione delle  Istituzioni comunali, provinciali,  sanitarie, sociali, le condizioni dei pensionati, per migliorarne la quotidianità con  azioni che focalizzeranno l’attenzione su diversi temi, dalla questione dei Lea (i livelli essenziali di assistenza), alla questione della Medicina di Gruppo Integrata, alle liste di attesa, alle Ipab e alla loro riforma ancora non attuata, all’invecchiamento attivo, argomento questo che costituisce una delle sfide fondamentali del Paese dei prossimi decenni. Un impegno – ha poi proseguito Daniela Guagliumi – che porterò a compimento con la collaborazione fattiva dei presidenti provinciali che rappresentano le proprie sigle all’interno del Cupla, un lavoro di squadra, in cui ognuno metterà la propria competenza e non solo, anche un pizzico di passione, intesa come il prendere a cuore i problemi del pensionato, a disposizione nella tutela   dell’anziano, soprattutto di coloro che difettano di mezzi per vivere dignitosamente. Un programma che richiederà energie,impegno, tempo. Una sfida insomma-conclude Guagliumi- ma che insieme, noi rappresentanti del Cupla abbiamo deciso di raccogliere”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.