28 Febbraio 2019 17:16

SAN BELLINO

L’eurodeputato Zoffoli insieme al sindaco D’Achille per la tutela dell’ambiente

Parte il progetto per aumentare la superficie arborea del Polesine "Ridiamo il sorriso alla Pianura Padana"


SAN BELLINO – Il Parlamentare Europeo del Partito Democratico Damiano Zoffoli ha fatto visita nella mattinata di oggi, giovedì 28 febbraio, al sindaco di San Bellino Aldo D’Achille per presentare il lavoro svolto sia in Commissione Ambiente al Parlamento Europeo sia sul territorio veneto durante il suo mandato con oltre il 98% di presenze in Aula, 75 interrogazioni alla Commissione Europea, 72 interventi durante i dibattiti.

A premere, ovviamente, la questione ambientale, per cui il sindaco di San Bellino si è trovato perfettamente d’accordo con Zoffoli. Considerata la situazione dell’inquinamento atmosferico in Veneto, l’attività più importante di Zoffoli, eletto nella circoscrizione Nord-Est, 58 anni, medico e già Sindaco di Cesenatico dal 1997 al 2005, è stata sicuramente quella nella commissione Ambiente, Salute Pubblica e Sicurezza Alimentare.

Sulla vastità del problema in Veneto bastano 3 fatti. Il costante sforamento dei limiti delle PM10 nelle città venete è stato confermato anche per il 2018 nel rapporto Mal’aria 2019 di Legambiente, con un numero di giorni di sforamento superiore a 80 in tutti i capoluoghi di provincia della pianura veneta. In pratica tutto l’inverno il Veneto “boccheggia”. In secondo luogo l’autostrada più trafficata d’Italia è l’A4 Brescia-Padova che registra 26.242 veicoli pesanti teorici medi giornalieri, più di qualsiasi altra Autostrada nel Paese. Più in generale le Autostrade venete sono tra le più trafficate d’Europa. Infine, i danni alla salute, con sempre più studi che dimostrano la correlazione tra il particolato e molte patologie sia legate all’apparato respiratorio che degenerative.

“La salute dei cittadini – dichiara il deputato europeo – è il primo impegno che ogni politico deve assumere. Per questo in questi anni mi sono battuto con forza in commissione ambiente per ottenere il massimo per la riduzione di tutti gli inquinanti atmosferici”. “In particolare – precisa Zoffoli – sono stato relatore di due nuovi Regolamenti collegati. Il primo, approvato nel 2018, ha introdotto il monitoraggio e la comunicazione dei dati relativi al consumo di carburante e alle emissioni di CO2 dei veicoli pesanti nuovi, che come abbiamo visto attraversano il Veneto in numero elevatissimo. Il secondo, che verrà approvato a breve, introduce obiettivi di riduzione del parco veicoli pesanti nuovi dell’Unione; in particolare definisce un target al 2025 pari al 15% e uno al 2030 del 30%”.

“L’azione dell’Unione – conclude l’europarlamentare Pd – è fondamentale per rafforzare un modello di sviluppo sostenibile. I fondi europei direttamente utilizzati per investimenti orientati alla riduzione della CO2 e gestiti dalla Regione Veneto nella stessa programmazione 2014-2020 sono 125 milioni di euro. 92 milioni per l’asse relativo all’efficientamento energetico degli edifici pubblici e privati e per reti di illuminazione pubblica intelligente e 33 milioni per l’acquisto di autobus nuovi ed ecologici per le società di trasporto pubblico locale che operano nelle aree urbane di Verona, Vicenza, Padova, Treviso, Mestre e Castelfranco-Montebelluna. Nella nuova programmazione 2021-2027 ho proposto di aumentare le risorse destinate all’obiettivo di ridurre le emissioni per tutte le Regioni del Nord Est”.

D’Achille e molti sindaci stanno impegnando per aumentare la superficie arborea del nostro Polesine e dell’intera Pianura Padana con il progetto “Ridiamo il sorriso alla Pianura Padana” e questo si innesta perfettamente con le azioni europee promosse dall’Eurodeputato Zoffoli per ridurre le emissioni inquinanti. Un gemellaggio teso al miglioramento della qualità dell’aria e di conseguenza della qualità e salute dei cittadini.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.