11 Febbraio 2019 09:18

FAMIGLIA ROVIGO

L’esperta: “Genitori, attenzione ai giochi online!”

Incontro per i ragazzi e le famiglie alla Riccoboni


ROVIGO – Sabato 9 febbraio, dalle 16 alle 17.30, alla scuola secondaria “A. Riccoboni” di Rovigo, si è svolto un incontro informativo, rivolto ai genitori degli alunni delle classi quinte di scuola primaria dell’Istituto comprensivo Rovigo 4 e della scuola secondaria “A. Riccoboni”, su come proteggere dai rischi della rete i ragazzi, sempre più esperti nelle nuove tecnologie ed ormai “nativi digitali”. La dirigente dell’Istituto comprensivo Rovigo 4, Paola Malengo, ha contattato come relatrice per l’incontro la Marianna Martini, psicologa ed operatrice di Telefono Azzurro.

In apertura dell’incontro i volontari presenti hanno illustrato gli scopi e le attività dell’associazione Telefono Azzurro, attiva sul territorio nazionale dal 1987, che si prefigge lo scopo di proteggere i bambini e propone laboratori atti a diffondere la conoscenza dei diritti dei minori, a prevenire e a contrastare il fenomeno del Bullismo e del Cyberbullismo, favorendo un uso consapevole delle nuove tecnologie.

La psicologa, durante il suo intervento, ha insistito sul fatto che gli adulti “immigrati digitali” sono il primo modello di riferimento per i ragazzi “nativi digitali” sull’utilizzo di internet e dei social network: non si può pretendere che loro non li utilizzino se gli adulti, per primi, non riescono ad averne un uso moderato e responsabile. Internet, come tutte le nuove tecnologie, non va demonizzato, è di grande utilità ormai nella vita di tutti i giorni. I genitori non devono averne il terrore, ma hanno il compito di guidare i propri figli ad un uso responsabile e consapevole dei nuovi media. È importante che i genitori costruiscano con i figli un dialogo basato sulla fiducia e concordino regole e modalità condivise sull’utilizzo delle nuove applicazioni che la tecnologia offre.

Inoltre, Martini ha consigliato ai genitori di informarsi sui giochi online che la rete offre, parecchi non adatti ai minori dei 18 anni, in modo da poter spiegare poi in maniera dettagliata e coerente ai propri figli la motivazione per cui si è contrari al loro utilizzo. Vale sempre la pena di provare un gioco online prima di regalarlo. A conclusione dell’incontro la dirigente, i docenti e i numerosi genitori presenti hanno ringraziato la psicologa Martini per i numerosi spunti di riflessione offerti e per i preziosi consigli su come condividere insieme ai ragazzi la navigazione in rete.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.