05 Febbraio 2019 18:36

PALAZZO CELIO

“Grazie a chi mi ha votato. Lavorerò per ridare dignità all’ente”

Prima si pensava esclusa, poi è stato ufficializzato il suo ruolo di consigliera


ROVIGO – E’ stata un’elezione al cardiopalma quella di Valeria Toso come consigliere provinciale di Rovigo, per la lista sostenuta da Fratelli D’Italia, contro il listone unico promosso da Pd-Lega-Forza Italia. Inizialmente, infatti, si pensava passasse solo Valeria Mantovan, che aveva ricevuto una standing ovation di voti, ma altrettanti non li aveva ottenuti la lista. Nel pomeriggio, però, il ribaltone: con il riconteggio dei voti, passa Valeria Toso che scalza così il sindaco di Porto Tolle, Roberto Pizzoli.

“E’ stata una vera sorpresa, ormai me ne ero andata a casa dispiaciuta, ma con il cuore in pace – spiega la Toso – Poi, invece, nel pomeriggio mi chiama il coordinatore di Fratelli D’Italia Ceccarello facendomi i complimenti: riconteggiando anche la lista aveva ottenuto dei voti e sono stata eletta consigliere provinciale per la seconda volta. Ringrazio quindi gli amministratori polesani che mi hanno voluto dare fiducia e la mia squadra di lavoro, sia di Fratelli D’Italia sia di San Martino, che mi ha supportata. E’ una bella soddisfazione sapere che il mio lavoro è stato apprezzato”.

Tra i suoi obiettivi, sicuramente, quello di rilanciare il ruolo della Provincia: “Purtroppo la riforma è stata una legge fatta a metà con tante lacune – spiega la Toso – Dobbiamo ripartire da quì, facendo qualcosa per questo ente che ha ancora molte responsabilità e molte tematiche da seguire. Dobbiamo organizzarci e lavorare per il nostro territorio. Io continuerò ad esserci per tutti i cittadini”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.