28 Febbraio 2019 17:51

ADRIA

Al via #sPOSTati, una rete di opportunità per il contrasto della povertà educativa minorile

Il progetto punta a promuovere e sviluppare competenze personali, relazionali, cognitive dei bambini e ragazzi


ADRIA – Con gli inizi del mese di febbraio è stato avviato il progetto educativo “#sPOSTati. Una rete di opportunità”, selezionato dall’impresa sociale “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile attraverso il bando “Nuove Generazioni” il cui scopo è quello di promuovere il benessere e la crescita armonica dei minori in particolare di quelli a rischio o in situazione di vulnerabilità di tipo economico, sociale e culturale.

Il progetto della durata di tre anni, coordinato dalla Cooperativa sociale Titoli Minori onlus è frutto di un’importante coprogettazione partecipata da trenta diverse realtà territoriali: Cooperative sociali, Associazioni, Istituti Comprensivi e Comuni. Le attività copriranno l’intera provincia di Rovigo e coinvolgeranno più di un migliaio di minori dai 5 ai 14 anni. Infatti, il progetto educativo #sPOSTati è un progetto che ha l’obiettivo di sostenere e prevenire la povertà educativa presente nel territorio polesano attraverso una serie di percorsi formativi trasversali; laboratori educativo-didattici e artistico-culturali in orari extra
scolastici; servizi di educativa territoriale ed eventi itineranti di contaminazione valoriale e interculturale. Il progetto punta, quindi, a promuovere e sviluppare competenze personali, relazionali, cognitive dei bambini e ragazzi in modo significativo sia all’interno dei loro percorsi formativi sia in quelli di inclusione sociale, attraverso azioni congiunte “dentro e fuori la scuola”, sviluppando e rafforzando l’alleanza, le competenze, il lavoro e la capacità di innovazione dell’intera comunità educante prevenendo precocemente varie forme di disagio: dispersione e abbandono scolastico, bullismo e altri fenomeni di disagio giovanile.

Le attività del progetto #sPOSTati mirano a favorire il potenziamento della comunità educante, con la presa in carico globale del minore attraverso la collaborazione tra i servizi territoriali dalla periferia al centro. L’obiettivo progettuale specifico è quello di raggiungere, nel corso dei tre anni di attività, un’integrazione e ampliamento del 20% delle reti di servizi socio-sanitari per i minori dai 5 ai 14 anni. Il progetto godrà anche della collaborazione della Fondazione Franco Demarchi di Trento che seguirà il monitoraggio e la valutazione di impatto.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.