25 Gennaio 2019 11:07

LA PROTESTA

“Viabilità nuova? Una follia. Non siamo cavie da esperimento”

La rabbia dei residenti di San Pio X per la rivoluzione sperimentale di via Mascagni
Foto di repertorio


ROVIGO – Mentre tutti sono concentrati sulla rivoluzione della viabilità in zona stazione (LEGGI ARTICOLO), pochi invece si sarebbero resi conto che la rivoluzione non riguarderà solo viale Marconi, ma tante altre zone della città (LEGGI ARTICOLO). Nelle modifiche in corso d’opera, c’è anche un cambio di viabilità che interessa il quartiere San Pio X, modifiche che paiono non piacere proprio per nulla ai residenti. Ecco la lettera di una residente che si fa portavoce dei malumori del quartiere.

“Sono una residente del quartiere San Pio X e più nello specifico di via Toscanini. Leggo con sgomento il cambio della viabilità che prevede il senso unico in entrata, da via Mascagni e in uscita per tutti i veicoli su via Toscanini.

Mi chiedo se qualcuno è passato a verificare le condizioni di via Toscanini. Sulla strada vi sono ancora due rimasugli di dissuasori apposti che mai sono stati rimossi – forse gli unici ancora presenti in tutta Rovigo – e buche e avvallamenti vari, eredità di lavori stradali stratificati negli anni.

I marciapiedi di tutta la strada non sono assolutamente percorribili tanto che tutti i pedoni girano normalmente in strada, mentre tutti i tombini sono desolatamente occlusi da sporcizia, che contribuisce non poco agli usuali allagamenti ai quali la strada è soggetta.

Parliamo anche delle laterali di via Mascagni che invece sono totalmente prive di marciapiedi, in cui le case hanno tutte l’uscita a raso sulla strada, e tra questa anche via Respighi che diventerebbe terminale unico di uscita su via Mascagni.

Mi è assolutamente aliena capire qual è il senso di questa operazione, non certo la sbandierata sicurezza che per  pedoni, biciclette, carrozzine per disabili, mamme con passeggini saranno costretti a fare slalom tra le macchine che sfrecceranno su una strada nata esclusivamente come residenziale.

Come sarà recarsi in centro a piedi? Non certo una passeggiata di salute stante la larghezza della strada e quindi il prevedibile ristagno di fumi di scarico. Parliamo di parcheggi e sosta selvaggia? Basterebbe far rispettare i divieti che già ci sono, senza crocifiggere un quartiere che ha ben altri problemi. Il quartiere è stato male concepito negli anni in cui è sorto ma comunque via Mascagni è sempre stata l’unica strada degna di una percorribilità sicura.

Oggi si parla di sperimentazione per tre mesi, ma si sa bene che spesso niente è più definitivo del provvisorio e intanto il conto – non solo economico – di questa follia sarà desolatamente pagato solo dai residenti ridotti a cavie del gioco ‘proviamo e vediamo che succede’”.

Paola Martinelli
una residente di San Pio X

 

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.