08 Gennaio 2019 18:00

L'INTERVISTA VIDEO

“Traffico, niente stop. Ma meglio le bici e attenti alle stufe”

Andrea Bimbatti: "Non è Rovigo a produrre inquinamento. Ma ecco cosa stiamo facendo e cosa potete fare voi per l'ambiente"


ROVIGO – “Non è certo la città di Rovigo che contribuisce a danneggiare l’aria del bacino padano”, e di questo il vicesindaco e assessore all’ambiente, Andrea Bimbatti, ne è sicuro. Andrebbero piuttosto controllate le emissioni delle grandi industrie, il traffico delle autostrade dove circola qualunque tipo di mezzo, servirebbero, insomma delle politiche nazionali, ma anche europee di più ampio respiro.

“Bisogna decide di fare delle politiche di tipo nazionale – commenta il vicesindaco – e che valgano quindi su tutto il territorio. Limitare l’utilizzo delle auto o delle stufe solo ad alcuni comuni del bacino padano, come si è deciso, è una operazione francamente inefficace”. Ma, considerando il fatto che attualmente una politica unitaria sull’inquinamento non c’è, come di deve comportare il Comune di Rovigo che, dall’inizio dell’anno, è praticamente sempre stato sopra ai livelli consentiti (LEGGI ARTICOLO) di polveri sottili nell’aria? “Chiaramente anche noi dovremmo mettere in atto il blocco delle auto, qualora fosse necessario – spiega Bimbatti – ma lo faremo solo se obbligati. Intanto a breve arriveranno le colonnine per le auto elettriche, abbiamo comprato le auto ibride per i vigili e fra poco arriveranno anche per altri uffici, e poi speriamo che presto anche i mezzi pubblici vengano aggiornati perché vetusti ed inquinanti e così potremmo dire ai cittadini usate i mezzi pubblici”.

“Cercate di usare la bicicletta, stiamo investendo anche sulle piste ciclabili – conclude il vicesindaco – E chiediamo soprattutto nelle frazioni di bruciare solo legna nelle stufe, non altri materiali inquinanti. Noi facciamo fatica a controllarlo, certo, ma ci vogliamo affidare al senso civico delle persone”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.