12 Gennaio 2019 08:17

TAGLIO DI PO

Inferno in Romea: due incidenti in 100 metri, cinque feriti

Prima un tamponamento, quindi un terrificante frontale
Sul posto vigili del fuoco, carabinieri e personale Suem


TAGLIO DI PO – Due incidenti avvenuti a distanza ravvicinata, dal punto di vista spaziale, e praticamente in contemporanea, da quello temporale, sulla strada statale Romea, nella serata di venerdì 11 gennaio. Il primo si è verificato verso le 20, al chilometro 64, a Taglio di Po, in direzione Venezia. Tre vetture sono state coinvolte, per cause ancora al vaglio dei carabinieri, in un tamponamento. Una Audi, una Peugeot e una Fiat 500.

Quattro in tutto le persone rimaste ferite, per fortuna in maniera lieve, inclusa una donna in gravidanza. Sono state portate due al pronto soccorso di Porto Viro e due a quello di Adria, più che altro per medicazioni di lieve entità. Sul posto, oltre ai carabinieri, i vigili del fuoco, che hanno messo in sicurezza i veicoli coinvolti, e il personale del Suem.

Mentre erano in corso i rilievi di questo incidente, se ne è verificato un secondo a circa cento metri, all’incrocio tra la provinciale 46 e via Garibaldi. In questo caso, a scontrarsi sono state due auto, una delle quali, con al volante una persona anziana, è finita scaraventata nel fossato. Il conducente di questa, una persona anziana, inizialmente era apparso ferito in maniera grave, ma per fortuna, una volta arrivato in pronto soccorso a Rovigo, è emerso come, benché non si tratti di traumi leggeri, non è in pericolo di vita.

Terminate le operazioni di rilievo del secondo incidente, i vigili del fuoco sono tornati sul primo, per terminare le operazioni.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.