28 Gennaio 2019 14:02

IL CASO A ROVIGO

“Così la piazza è spenta: meglio riaprire il chiosco!”

La proposta del presidente del consiglio Paolo Avezzù


ROVIGO – Il chiosco di piazza Merlin? Per il presidente del consiglio comunale di Rovigo, Paolo Avezzù, può essere riaperto e valorizzato. Dopo il mancato rinnovo della concessione al titolare del locale, a causa di alcune difformità edilizie contestate dal Comune, infatti, nulla si è mosso e si è creata una situazione di impasse: la struttura non è stata abbattuta per mancanza di fondi (costerebbe circa 50mila euro farlo, somma che l’ex titolare non possiede e che il Comune non può spendere a cuor leggero), il bar resta chiuso, la piazza abbandonata e il titolare in difficoltà economica, tanto che, non avendo altre alternative, dorme nel chiosco col figlio (LEGGI ARTICOLO)

“Sinceramente penso che la soluzione giusta sia quella di aprire un bando per la risistemazione della struttura, rendendola più piccola e più consona all’ambiente circostante, e affidarlo a qualche gestore – spiega Avezzù – In questo modo si spenderebbero meno soldi rispetto a quanto sarebbe necessario fare se la si demolisse. Si potrebbe poi dare in affidamento a qualche onlus o associazione di volontariato per gestire un bar solidale e trovare anche un lavoro per l’ex gestore del bar, che ora si trova in difficoltà economica. Insomma, si risolverebbero le cose al meglio, piuttosto che tenere in piedi una struttura enorme senza la possibilità di abbatterla e smaltirla”.

Si darebbe anche una risposta sociale di presidio di piazza Merlin: “Questa piazza ora è spenta – prosegue Avezzù – Il bar è chiuso, c’è poca illuminazione e anche il pub che avrebbe dovuto riaprire, il MacAllan, non aprirà visto che il bando è stato fatto male e i possibili interessati hanno rinunciato: nessuno vuole fare investimenti importanti se non si dà la possibilità di starci a lungo e rientrare dagli investimenti. In questo modo si è creata una situazione di impasse e la piazza manca di un presidio serale, diventando terra di nessuno e luogo dove avvengono anche episodi di microcriminalità. Riaprendo il chiosco, seppur in forma ridotta, invece, piazza Merlin si potrebbe ripopolare anche di sera”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.