10 Gennaio 2019 15:41

CASO LASCITO CIBOTTO

Caso libri al macero, il consiglio a Boniolo: “Siamo tutti con te”

I consiglieri dell'Accademia si stringono attorno al presidente: "Campagna diffamatoria senza precedenti"


ROVIGO – “Il Consiglio Direttivo dell’Accademia dei Concordi rinnova piena fiducia e solidarietà al Presidente Prof. Giovanni Boniolo, che è stato recentemente oggetto di una compagna di stampa diffamatoria senza precedenti e che ha assunto toni oltraggiosi”, comincia così a nota ufficiale del consiglio direttivo dell’Accademia dei concordi che si stringe attorno al suo presidente, Giovanni Boniolo, al centro della polemica per i libri donati dall’autore polesano, “Toni” Cibotto mandati al macero (LEGGI ARTICOLO).

“Così come in passato, anche in futuro l’Accademia dei Concordi promuoverà iniziative per onorare la memoria dell’illustre socio Gian Antonio Cibotto, il cui imponente lascito librario sarà reso disponibile per la consultazione, e quindi offerto all’interesse della collettività, presso le sale di Palazzo Bosi non appena terminati i lavori di ristrutturazione”. La nota è a firma di Pier Luigi Bagatin, vicepresidente; Andrea Bagno, consigliere; Sandra Bedetti, consigliera; Matteo Santipolo, consigliere; Fiorenzo Scaranello, consigliere; Paolo Zorzato, consigliere.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.