28 Gennaio 2019 20:25

IL PARE DEL PD DI ADRIA

“Approviamo, ok sale e spazi solo agli antifascisti”



Il Partito Democratico adriese accoglie benevolmente la nota delle liste civiche afferenti all’amministrazione del Sindaco Omar Barbierato di modificare il regolamento per la disciplina dell’occupazione di suolo pubblico inserendo l’assunzione di un impegno formale, da parte del richiedente, a “riconoscersi nei principi e nelle norme della Costituzione italiana e di ripudiare il fascismo e il nazismo” (LEGGI ARTICOLO).

Questa soluzione era, infatti, già stata suggerita proprio nel giorno della memoria dal PD Adriese, che si era offerto di portarla all’attenzione dell’Amministrazione al prossimo Consiglio Comunale.

Altri Comuni d’Italia, ad esempio Brescia, hanno infatti adottato questa modifica del Regolamento che è stata ritenuta legittima tanto dal TAR che dal Consiglio di Stato che hanno respinto i ricorsi promossi proprio da Casa Pound.

La motivazione fornita dai giudici amministrativi è che “la richiesta di dichiarare di ripudiare l’ideologia fascista non può essere qualificata come lesiva della libertà di pensiero e di associazione, dal momento che se tale libertà si spingesse fino a fare propri principi riconducibili all’ideologia fascista sarebbe automaticamente e palesemente in contrasto con l’obbligo e l’impegno al rispetto della Costituzione italiana”.

Si tratta, in altri termini, di una dichiarazione di adesione ai valori costituzionali, tra i quali il ripudio dell’ideologia fascista, che dovrebbe appartenere a ogni cittadino e che è doveroso richiedere a chi intende promuovere iniziative pubbliche.

Federico Cuberli

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.