06 dicembre 2018 17:19

IL CASO A ROVIGO

“Viabilità perfetta per uccidere il centro e mandare tutti in Fattoria”

La rabbia della consigliera Silvia Menon: "Sembra fatto apposta, proprio due settimane prima di Natale"


ROVIGO – “Sembra fatto apposta, due settimane prima del Natale, un caos pazzesco in centro. Operai che pitturano con il bianco sull’asfalto, cartelli che cambiano, viabilità impazzita. Ogni volta è così. Cambiano i sensi unici, gli stop, le svolte a desta. La ricetta perfetta per allontanare la gente dal centro proprio nelle due settimane dove si fanno i regali di Natale, toccasana per il bilancio di un anno della maggior parte dei commercianti”. La consigliere comunale Silvia Menon alza la voce contro l’amministrazione comunale colpevole, a suo avviso, di aver dato il via ad una rivoluzione della viabilità in centro storico proprio a due settimane dal Natale (LEGGI ARTICOLO).

“Non fossi sicura che la malafede non c’è, che probabilmente è solamente un caso, mi verrebbe da pensare male.
Perché mi metto nella testa di chi vive in una frazione e vorrebbe fare qualche acquisto in centro da mettere sotto l’Albero, per figli e nipoti. Oppure le la moglie, il marito o la fidanzata. Appena c’è confusione, non si raccapezza con i sensi unici, gira l’auto e se ne va al centro commerciale dove il parcheggio c’è, si sa e si vede.  Il giorno che doveva partire la nuova viabilità poi, l’annuncio era che sarebbe iniziata il giorno dopo. A fare ancora più confusione. A chi sta nei paesi passa la voglia di arrivare in città e non ci prova nemmeno, come esce dal garage va al centro commerciale diretto. Per non parlare di via Verdi dove stamattina il senso era invertito ma i parcheggi sul lato della strada erano rimasti dalla parte sbagliata, uno che ci passava se li ritrovava sulla sinistra invece che sulla destra. Ma come siamo messi? Sempre peggio. A casa!”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.