06 dicembre 2018 16:11

STAGIONE LIRICA

Sbarcano a Teatro “Le nozze di Figaro” completamente rodigine

Appuntamento con un grande classico rivisitato dal regista Massimo Pizzi Gasparon Contarini, completamente prodotto dal Sociale


ROVIGO – La Stagione Lirica del Teatro Sociale di Rovigo prosegue venerdì 14 dicembre alle 20.30 con “Le nozze di Figaro”. L’opera andrà in scena in replica domenica 16 dicembre alle 16 e in anteprima Teatroragazzi mercoledì 12 dicembre alle 16. La presentazione dell’opera a cura di Luigi Costato, si terrà giovedì 13 dicembre alle 17 nel Ridotto del Teatro Sociale.

“Dopo la splendida collaborazione della scorsa stagione – ha affermato l’assessore alla Cultura Alessandra Sguotti, in occasione della conferenza stampa tenutasi oggi a palazzo Nodari – siamo felici di avere di nuovo con noi il maestro Massimo Pizzi Gasparon Contarini che firma la regia di una produzione completamente del nostro Teatro con scenografie create dal nostro laboratorio. Ringrazio tutti i nostri sostenitori e il pubblico che ci sta seguendo con grandissimo affetto e ci appoggia con grande entusiasmo in questo grande Bicentenario”.

“Le nozze di Figaro, è un’opera – come ha spiegato il direttore artistico del Teatro Sociale, Claudio Sartorato – deliziosa, una commedia dell’arte, un titolo che mancava da tempo. Una produzione grande con un cast eccezionale”.

“E’ per me un grande piacere – ha detto il maestro Pizzi Gasparon Contarini – tornare in questo Teatro dove ho instaurato un bellissimo rapporto di lavoro e di amicizia. E’ bello ritrovare l’essenza del teatro ed è quello che ho cercato di fare anche con quest’opera, lavorando sull’azione drammatica per guidare lo spettatore a seguire quello che deve essere visto. Ho immaginato una situazione  dove i personaggi  vivono quasi di luce propria. Una situazione pressoché claustrofobica, dove tutto si svolge nell’arco di un giorno. Stiamo facendo un lavoro intenso con un cast preparato e conoscitore di Mozart”. Per il direttore d’orchestra James Meena, si tratta di uno dei capolavori dello stile classico, che presenta ben 8 arie famose.

Soddisfazione anche da Valentina Noce, vicepresidente della Fondazione Rovigo Cultura che coproduce l’opera,  da Giuseppe Toffoli per la Fondazione Cariparo e da Luigi Costato presidente Fondazione Banca del Monte e Cristina Folchini presidente Asm set, che non presenti per altri impegni hanno fatto giungere il loro saluto.

“La stagione del nostro Teatro – ha detto il sindaco Massimo Bergamin – prosegue con un altro grande appuntamento da non perdere. Il Bicentenario è solo all’inizio, ma è già un successo”.

Le Nozze di Figaro

Figaro Fabio Previati
Conte di Almaviva Alfonso Mujica
Susanna Gabriella Costa
Contessa di Almaviva Daria Masiero
Cherubino Leyla Martinucci
Don Basilio/Don Curzio Filippo Pina Castiglioni
Don Bartolo Bruno Pratico
Marcellina Lara Rotili
Antonio Francesco Toso
Barbarina Annagiulia Bonizzato

Maestro concertatore e direttore d’orchestra
James Meena

Regia, scene, costumi e luci
Massimo Pizzi Gasparon Contarini

Orchestra Regionale Filarmonia Veneta
in collaborazione con Ass. Fantasia in Re
Coro Lirico Veneto
Maestro del coro
Matteo Valbusa

Coproduzione del Teatro Sociale di Rovigo e Fondazione Rovigo Cultura

Teatro Sociale di Rovigo Piazza Garibaldi, 14 – Rovigo
UFFICI Tel. 0425 27853 / 21734 – Fax 0425 29212 E-mail: [email protected]
BOTTEGHINO Tel. 0425 25614
E mail: [email protected]
ORARI DI APERTURA: 10.00-12.30 / 16.00-19.30
Giorni di spettacolo: mattutini 8.30/12.30 – 16.00/19.30
matinée 10.00/12.30 -15.00/19.30 serali: 10.00-12.30 / 16.00-22.30
lunedì chiuso salvo i giorni antecedenti gli spettacoli

Note di Regia

Definita anche la “folle giornata”, quest’opera geniale, straordinaria commedia umana, ci presenta le vite di tre coppie protagoniste che cambiano radicalmente nell’arco di un solo giorno. Assistiamo ad un susseguirsi di colpi di scena che complicano e stravolgono i destini dei protagonisti in un turbinio imprevedibile e geniale che ben poco ha di spagnolo: il vero spirito della vicenda è prettamente italiano, con un gusto compiaciuto per l’intrigo ed il complotto e dove la ricerca della libertà individuale travolge ogni struttura sociale e gerarchica precostituita: e Figaro è un Prometeo borghese che con spavaldo coraggio fronteggia le avances del Conte rivolte alla sua promessa sposa e ribadisce per tutta l’opera il diritto inviolabile di ogni uomo all’autodeterminazione. Senso di nuova libertà che rapidamente si insinua nell’animo di ogni personaggio: la stessa Contessa ritrova così nuova forza d’animo che le permette di reagire all’infedeltà del marito. Susanna la assiste e la protegge, rivelandosi lei vera padrona e rendendo palese come i nobili risultino ormai infantili, viziati ed incapaci di avere responsabilità o prendere autonomamente decisioni razionali. Figaro e Susanna sono straordinariamente rapidi e decisi nei loro piani, senza alcuno scrupolo o timore riguardo le possibili conseguenze dando linfa ad una straordinaria commedia degli equivoci, dove lo scambio di persona diventa la chiave di lettura di ogni relazione umana: fondamentalmente infedele per natura l’uomo trova un compromesso attraverso il ricatto e l’inganno, in una visione comica ma spesso molto amara. La grande modernità di quest’opera consiste in una visione cinica ma profondamente onesta del genere umano: ognuno di noi è sempre pronto a tradire, mentendo e ricattando il prossimo, in nome del proprio interesse temporaneo, ben conscio che la brevità della vita non concede di abbandonarsi a facili malinconie.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.