03 Dicembre 2018 18:05

POLITICA

Caso Baldetti, l’affondo ad Ambroglini: “Era nella giunta Avezzù, ammetta le sue colpe”

Diego Passarotto si rivolge all'ex assessore in merito al project financing delle piscine


Sono un docente in pensione dotato ancora di buona memoria, non sono mai stato impegnato in politica, mi ritengo un semplice cittadino attento alle vicende politiche della propria città di conseguenza sento il bisogno, garbatamente, di fare alcune considerazioni sul contenuto della lettera inviata dal sig. Ambroglini al vostro giornale (LEGGI L’INTERVENTO). Condivido in pieno le sue critiche, in particolare sulla amministrazione locale e più in generale su di un certo modo di fare politica. Concordo pienamente sulla scarsa produttività degli amministratori che per questo dovrebbero restituire i compensi indebitamente percepiti. Per restare in tema mi preme sottolineare che se sono bene informato il sig. Ambroglini faceva parte di quella giunta Avezzù responsabile allora della presentazione del famigerato Project Financing che originò il Lodo Baldetti, con l’unica opposizione decisa e motivata dell’allora consigliera Silvia Menon. Questa delibera pesa oggigiorno sui cittadini di Rovigo nella misura di svariati milioni di euro di debito che il Comune sta accantonando piuttosto di impiegarli per porre rimedio al degrado della città. Sarebbe secondo logica che coerentemente giunta e consiglieri che votarono quella delibera si facessero carico del danno e pagassero di tasca loro quel debito. Da un racconto di Esotopo, “Prometeo”, che aveva fabbricato gli uomini, appese al collo di ognuno due bisacce, l’una piena di vizi altrui e l’altra dei vizi propri; quella dei vizi altrui la pose davanti, mentre l’altra la appese dietro. Questo è il motivo per cui gli uomini scorgono a prima vista i difetti altrui, mentre quelli propri non li vedono mai.
Infine mi preme sottolineare che quando si fa parte di una amministrazione le colpe ed i meriti sono sempre collegiali, mai dei singoli.
Senza rancore.

Diego Passarotto

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.