17 Novembre 2018 13:01

PRO LOCO ADRIA

Pila in mano e via, al buio, tra enigmi e misteri del museo

Grandi e piccini tra storia e mistero: l'iniziativa è talmente un successo che l'associazione concede il bis


ADRIA – La visita da brivido proposta dalla Pro  Loco di Adria nell’ambito della rassegna regionale “Veneto Spettacoli di Mistero” ha riscosso un notevole consenso di partecipazione e di gradimento. Grazie alla collaborazione con il Museo Archeologico Nazionale cittadino e dell’Associazione Culturale Studio D, i visitatori, muniti di pila, sono stati accompagnati al buio alla scoperta di alcuni enigmi archeologici legati ai reperti custoditi nelle sale del Museo.

Una visita molto suggestiva grazie anche alla professionalità di Stefania Paiola dell’Associazione Culturale Studio D che ha catturato l’attenzione di grandi e piccini. Tra le varie tappe del percorso è stata dedicata particolare attenzione al cosiddetto “Eracle di Contarina”, una preziosa statuetta bronzea che rappresenta il legame tra Adria e il territorio circostante. Ci si è soffermati, inoltre, su alcuni pezzi della ceramica attica e sul mito di Edipo. Particolare attenzione da parte dei visitatori è stata rivolta alla cosiddetta tomba con cavalli, chiamata impropriamente “tomba della biga”. La più famosa sepoltura di Adria, rinvenuta il 25 maggio 1938 durante lo scavo di un canale a sud della città, custodisce ancora l’enigma del destinatario del sacrificio di tre cavalli: un guerriero celtico o monumento rituale deposto nel centro della necropoli dedicato al cavallo o a defunti di alto rango sepolti nella necropoli stessa? Interessante e affascinante anche la storia di Terenzia Capitolina il cui sarcofago è il più antico dei rarissimi sarcofagi rinvenuti nel Polesine. Mancante di un lato, il manufatto sembra sia stato utilizzato nei secoli come abbeveratoio e anche come altare presso la Chiesa della Tomba. Durante la visita il pubblico poteva scattare delle foto per partecipare al contest fotografico “Scatta l’ora del Mistero”, legato al Festival.

Il sodalizio di Piazza Bocchi ci tiene a ringraziare in modo particolare la direttrice Alberta Facchi e il personale del Museo Archeologico di Adria per la preziosa sinergia. Visto l’alto numero di richieste pervenute l’iniziativa sarà replicata nel pomeriggio di sabato 8 dicembre. Sono aperte, quindi, le adesioni per questa nuova data.  Per informazioni e prenotazioni: Pro Loco 0426 21675 [email protected]

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.