08 novembre 2018 14:02

FONDAZIONE BANCA DEL MONTE

Musica e pittura, continua la rassegna che unisce le arti

Appuntamento domenica, alle 11, in Accademia dei Concordi


ROVIGO – Domenica prossima prende il via la rassegna Musica e Pittura, seconda parte della duplice iniziativa che connette le arti: la musica con la poesia e la pittura. L’edizione 2018 è dedicata al tema dell’acqua, filo conduttore dell’intero progetto Musica e Poesia-Musica e Pittura  promosso e realizzato da Fondazione banca del Monte di Rovigo in collaborazione con Conservatori Francesco Venezze e  Accademia dei Concordi e con il patrocinio del Comune di Rovigo e il sostegno di Credem. E di acqua si parla, si osserva e si ascolta  nei quattro appuntamenti domenicali che si protrarranno fino al 2 dicembre.

E’ dedicato al viaggio, infatti, il ciclo di Musica e Pittura attraverso la magnifica collezione di mappe e portolani dell’Accademia dei Concordi: rappresentazioni di insediamenti e di porti, di fiumi e di mari, di vie terrestri disegnate nel corso dei secoli da chi ha cercato di trasporre su carta il sapere geografico dell’epoca in cui visse a favore di chi volesse intraprendere lo stesso viaggio o semplicemente sapere  dove fossero quei luoghi indicati. Se lo scopo della rassegna Musica e Pittura è far conoscere il patrimonio culturale della nostra città, la novità di quest’anno è rappresentata dalla preziosa raccolta cartografica dell’Accademia dei Concordi che, per l’occasione, viene esposta nella mostra “Dell’immobile viaggiare” nella Saletta delle Mappe, presso l’Accademia dei Concordi,  aperta fino al 31 gennaio. La mostra, curata da Massimo Rossi,  viene inaugurata  domenica 11 novembre alle ore 11, con il primo appuntamento di Musica e Pittura. La mostra, organizzata dall’Accademia, è realizzata con il sostegno di Fondazione Banca del Monte di Rovigo e del Circolo Polesano Amici dell’Arte, sempre sensibili alla valorizzazione e alla divulgazione delle bellezze artistiche e culturali del nostro territorio.

Mantenendo la consolidata formula della rassegna, ad ogni concerto verrà accostata una o più mappe, presentate da diversi esperti e studiosi che si alterneranno nei quattro appuntamenti  seguendo un ideale viaggio che partirà dalla città di Rovigo e dal Polesine, dai territori della Serenissima fino ad esplorare il mondo conosciuto del XV secolo. Sarà quindi un viaggio nel tempo, nella storia  e nelle storie di chi quelle mappe ha disegnato; sarà la storia dell’uomo e del suo desiderio di conoscenza; sarà la storia della  rappresentazione di luoghi lontani in un’epoca il cui il viaggio non era solo avventura ma una rappresentazione di esigenze economiche, politiche, scientifiche. Queste mappe possono essere considerate a tutti gli effetti anche opere d’arte e per tale motivo sono state selezionate per essere presentate durante il ciclo di Musica e Pittura. Sarà Giovanni Boniolo, presidente dell’Accademia, ad introdurre  la Pianta della Città di Rovigo del 1667 nel primo incontro-concerto  denominato “Castelli di destini incrociati”.

Il tema del viaggio trova continuazione nella musica, viaggio nel cuore e nella mente degli uomini. Introdotto da un breve intervento di Mariarosa Pollastri dedicato a “Intrecci sonori tra gli Orlandi in musica”, il programma musicale sarà eseguito dall’ArchiEnsemble e da alcuni solisti del Conservatorio con Federico Guglielmo maestro concertatore. Il concerto si snoderà a partire dalla narrazione delle mappe dei destini incrociati dei personaggi di Orlando Furioso contrappuntate a brani strumentali e vocali strutturati soprattutto sul celebre Leitmotiv tardo rinascimentale e barocco del “basso di Ruggiero”, fino alla lettura dei Canones diversi BWV 1087 di Johann Sebastian Bach, costruiti sul medesimo fondamento. Si tratta di composizioni enigmatiche sulle quali gli studiosi stanno ancora dipanando varie ipotesi tra cui quella di interpretarle come ulteriori quattordici Variazioni Goldberg, ma ciò che più conta per il tema è che siamo in presenza di tracce sonore, ossia di vere e proprie mappe con istruzioni per la loro esecuzione pratica “aperta” a più soluzioni: possiamo infatti seguire vie diverse per la comunque corretta esecuzione dei canoni, e anche la scelta del gruppo strumentale può essere cangiante da un solo cembalo a un variegato ensemble. Come in una vera e propria mappa cartografica ad ogni viaggiatore è concessa un’amplissima – per non dire infinita – scelta discrezionale di soluzioni per giungere alla meta.

L’iniziativa “Musica e Poesia – Musica e Poesia-Musica e Pittura”, è promossa e realizzata da Fondazione Banca del Monte di Rovigo, Conservatorio di musica Francesco Venezze e Accademia dei Concordi con la collaborazione di Credem e il patrocinio del Comune di Rovigo, allo scopo di offrire una qualificata offerta culturale alla cittadinanza e di valorizzare il patrimonio del nostro territorio, a cominciare dai giovani musicisti del Conservatorio musicale Venezze e dalle collezioni concordiane. Gli incontri-concerto si svolgono in Sala Oliva dell’Accademia dei Concordi alle ore 11 tutte le domeniche fino al 2 dicembre, con ingresso libero. Tutti i presenti avranno in omaggio una copia del libretto di sala che, oltre al programma dell’intera rassegna, contiene schede e illustrazioni delle mappe illustrate nella rassegna.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.