07 novembre 2018 16:25

LEZIONE DI SOLIDARIETA'

Mercatino dei piccoli, consegnati 2mila euro per i bimbi meno fortunati

I soldi raccolti dalle scuole primarie sono stati consegnati a Città della speranza di Padova e Junto para ellos di Adria


ROVIGO – Sono stati donati alla Fondazione “Città della speranza” di Padova e all’associazione “Junto para ellos” di Adria, che si occupa di  “meninhos de rua” in Bolivia, i soldi ricavati grazie al mercatino dei piccoli che come di consueto si è svolto in piazza Vittorio Emanuele II il giorno di Marti franco (LEGGI ARTICOLO).

I responsabili delle due associazioni, oggi, 7 novembre, hanno ringraziato i tanti bambini delle scuole primarie che hanno consegnato loro in totale 2.078,5 euro grazie alla vendita delle torte in piazza. “E’ importante vedere l’impegno di tanti giovani per la solidarietà – spiega Francesco Malin, della Fondazione Città della speranza -. Tutti questi soldi saranno donati per la ricerca scientifica sulla leucemia che si svolge a Padova, per migliorare la qualità di vita dei bambini leucemici ricoverati per lunghi periodi in ospedale e che lavora anche nel campo della diagnostica. In questi anni abbiamo ottenuto ottimi risultati, portando alla guarigione 9 bambini su 10, contro l’uno su dieci degli anni ’90”.

Soddisfatto anche Giorgio Zoletto, responsabile dell’associazione Junto para ellos: “Questi soldi serviranno per offrire assistenza scolastica e  vitto alloggio in Bolivia ai tanti bambini abbandonati che altrimenti finirebbero in strada – spiega – Ogni centesimo è importante e ringrazio di cuore le scuole di Rovigo che hanno organizzato tutto questo”.

Al mercatino hanno partecipato 170 alunni e 21 insegnanti, oltre a personale non docente e genitori. Gli istituti che hanno partecipato al progetto sono: i rodigini “Samuele Donatoni” e Papa Giovanni XXIII,  “Dell’amicizia” di Mardimago, “A. Maini” di Borsea e Maria Rachele Ventre di Granzette.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.