22 novembre 2018 17:19

OPERE PUBBLICHE A ROVIGO

Bergamin accende le luci: “In arrivo 78 lampioni, sistemazione di strade e marciapiedi”

Presentato il programma completo degli interventi nel capoluogo e nelle frazioni


ROVIGO – Ruspe in azione in tutto il territorio comunale. Non solo per la demolizione dello stabile ex biglietteria di piazzale Di Vittorio, progetto ampiamente annunciato, descritto nei dettagli nei giorni scorsi (LEGGI ARTICOLO) ed approvato dalla giunta, ma anche per una serie di lavori che investiranno la città e le frazioni. Non a caso il sindaco Massimo Bergamin, appena uscito da una brutta influenza, si è presentato all’incontro con la stampa con un modellino di ruspa sul proprio tavolo. E brandendo quella, in perfetto “stile Salvini” (visti anche le demolizioni e gli sgomberi a cui sta dando seguito il governo in questi giorni, soprattutto nella capitale), ha ricevuto la stampa per annunciare gli interventi in programma sul fronte della sistemazione di strade, marciapiedi e dell’illuminazione pubblica.

“Un modello simile a questa – esordisce il primo cittadino esibendo la ruspa giocattolo – lo vedremo in azione sull’ex biglietteria. E’ un fabbricato di proprietà comunale obsoleto e degradato che versa in condizioni tali da compromettere il decoro dell’intera area su cui sorge”. La struttura è chiusa, infatti, dal 2002: “Grazie al sindaco Bergamin – dice parlando di sé in terza persona – e ai consiglieri che lo sostengono entro fine anno l’area sarà cantierizzata. Finalmente va giù tutto. Lo si dice da tempo ma solo noi siamo passati dalle parole ai fatti. In un secondo momento andremo a riqualificare il terreno con asfalto e nuove strisce per nuovi parcheggi”. Prima di dire addio all’ex biglietteria, comunque, ci sarà modo di assistere ad un evento di “congedo” organizzato da alcuni artisti rodigini (LEGGI ARTICOLO).

Le varie opere che partiranno a stretto giro saranno finanziate dalla destinazione dell’avanzo vincolato, pari a circa 1,2 milioni di euro sbloccato lo scorso 3 ottobre da una circolare del Mef dopo che la Corte costituzionale di è pronunciata nel merito. “Vogliamo che tutto l’avanzo vincolato venga impegnato entro i termini previsti dalla normativa – continua il sindaco – per questo stiamo facendo con gli uffici una vera e propria corsa contro il tempo”. Ecco quindi che le opere e gli interventi da realizzare saranno stabiliti, progettati e realizzati tramite due “unità di progetto intersettoriali” istituite dall’amministrazione e delle quali faranno parte i tecnici del settore Urbanistica e Lavori pubblici. “Una sinergia tra uffici per arrivare ad avere un cronoprogramma di interventi prima di Natale e giungere celermente ed efficacemente all’attuazione dei lavori”.

Lavori che riguardano, come detto, il rifacimento di strade e marciapiedi per un importo di 290mila euro e la pubblica illuminazione per 180.500 euro. Gli altri interventi sono stati decisi a seguito degli incontri realizzati in questi tre anni di amministrazione Bergamin con le frazioni e in base alle segnalazioni ricevute. “Si tratta – aggiunge il primo cittadino entrando nel dettaglio – di 21 interventi sulle strade ed i marciapiedi e dell’ampliamento della rete di illuminazione pubblica come da cronoprogramma che sarà attuato entro la viglia di Natale”.
Di seguito il dettaglio delle opere.

I 21 interventi su strade e marciapiedi

1 – Mardimago – via Dei Mille – nuovo marciapiede in prossimità Chiesa
2 – Mardimago – via Dei Mille – ripristino sede stradale/parcheggio antistante Scuola Elementare
3 – Mardimago – via Dei Mille – cambio pendenza vialetto di accesso al Cimitero
4 – Buso – via Forte Austriaco – costruzione ex novo di sede pedonale a sinistra di via Forte Austriaco (da via Ippolito Nievo sino a campo sportivo)
5 – Rovigo – via Wolf Ferrari – tratto di 90 metri particolarmente dissestato – marciapiedi
6 – Rovigo – via Portello – tratto terminale da “Croce Rossa” ad incrocio con via S.Cuore – strada marciapiedi
7 – Rovigo – vicolo Ciro Menotti – tratto in sx (lato scuola materna) marciapiedi
8 – Rovigo – via Casalini – tratto da Porta M.Ospedale a innesto in P.zza Duomo – ripristino sede stradale
9 – Rovigo – via Carducci – ripristino sede stradale – intero tratto stradale
10 – Rovigo – Corso del Popolo – ripristino sedi pedonali da S.mercato Orva a “Ottorino Gomme” e parte pedonale lato “forno Merlo”
11 – Rovigo – viale Gramsci – ripristino sede pedonale lato destro(vs Casa Mimma) sino ad edicola incrocio via Alfieri
12 – Rovigo – via G.Piva – ripristino sede pedonale lato sx da rotatoria Coop-Della Costituzione a incrocio con via G.Marchi
13 – Rovigo – vialetto di collegamento via G.Piva e via Roncalli – ripristino pedonalità
14 – Rovigo – rotatoria via G.Piva-Della Costituzione – ripristino tratto pedonale verso via Marmolada
15 – Rovigo – piazza D’Armi – costruzione ex novo sede pedonale di attraversamento area verde tra parcheggi e accesso Questura
16 – Rovigo – via Montessori – ripristino pedonalità in sinistra e destra sede marciapiedi, compresa area a parcheggio antistante scuole
17- Rovigo – rotatoria viale Porta Adige- via Calatafimi – via Merlin – riparazione avvallamenti in rotatoria ed in innesto rotatoria
18 – Rovigo – via G.Sichirollo – fronte antistante scuola “Principe di Napoli” – ripristino pedonalità
19 – Rovigo – via Principe di Napoli – ripristino intera sede stradale e pedonalità (davanti alle scuole)
20 – Rovigo – via Parenzo – ripristino pedonalità antistante la scuola e le limitrofe palestre
21 – Rovigo – via Corridoni – ripristino pedonalità (parte con superfici bituminose) davanti alle scuole.
L’importo di spesa complessivo (compresa Iva in 22%, spese tecniche e incentivi Dlgs 50/2016) è ora pari a 290mila euro (quindi entro i limiti indicati dalla amministrazione comunale).

Ecco invece gli interventi alla rete di pubblica illuminazione del territorio comunale

– Pubblica illuminazione in via Fermi (entrata dalla Tangenziale est) – 6 punti luce – 13mila euro
Parco Tassina 6 punti luce – 12mila euro
Granzette: 5 punti luce in via Orti e 2 punti luce in via Munerati – 17mila euro
Fenil del Turco: 20 punti luce in via Baracca – 50mila euro
Concadirame: 10 punti luce in via Bassa – 22mila euro
Sant’Apollinare: 6 punti luce ad inizio di via Don Aser Porta – 14mila euro
Grignano Polesine: 13 punti luce in via Romana e 2 in via Ghetto Vecchio – 30mila euro
Boara Polesine: 4 punti luce in via Veniera e 4 in via Radecchio – 22.500 euro
Sarzano: avrà la ciclabile ormai in dirittura d’arrivo (LEGGI ARTICOLO) e la rotatoria all’incrocio con la frazione di Buso (LEGGI ARTICOLO)
Roverdicrè: impegno della giunta a partecipare ad un bando regionale (a gennaio 2019) per la sistemazione del Planetario in collaborazione con Gruppo Astrofili
L’importo di spesa complessivo è di 180.500 euro.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.