08 novembre 2018 13:50

SICUREZZA

Arrivano 322 nuovi carabinieri a presidiare il nostro territorio

Il provvedimento del Comando Legione Carabinieri Veneto: saranno distribuiti tra le province della regione
Un momento della festa dei carabinieri di Rovigo


ROVIGO – Dal 12 novembre, nella Regione Veneto, l’arma dei carabinieri schiererà ulteriori 206 carabinieri, provenienti dagli istituti di formazione, che contribuiranno a rafforzare il dispositivo preposto al controllo e alla tutela del territorio. Il provvedimento anticipa l’ulteriore immissione, a partire dal dicembre, di 116 neo vicebrigadieri, allo stato frequentatori di corsi interni.

Questo potenziamento numerico e qualitativo conferma l’impegno che l’arma da sempre pone nell’incrementare la sua capacita’ operativa, con costante dinamismo organizzativo, nella consapevolezza di essere l’istituzione deputata a vigilare sul 97% del territorio regionale – quale unica forza di polizia statale stanzialmente presente – e un attore primario in tutti gli eventi, anche di tipo calamitoso, che coinvolgono le comunità, come quelli registrati in questi giorni”, spiega la nota ufficiale del Comando Legione Carabinieri Veneto.

“Dopo alcuni anni, in parte caratterizzati da una contrazione delle risorse disponibili e da un incessante processo di razionalizzazione volto a mantenere elevati i livelli di funzionalità complessiva, le nuove risorse rappresentano un rinnovato segnale di impegno a favore di una sicurezza sempre più visibile e presente, oltre che facilmente accessibile, sinonimo di una concreta forma di adesione ai bisogni di tutela individuale e collettiva. Le previste assegnazioni alimenteranno le stazioni, le tenenze e le compagnie delle province regionali, parte essenziale della risposta alle istanze dei cittadini, deputate a garantire le condizioni fondamentali della convivenza e della legalità in ogni luogo”.

“In merito, è opportuno evidenziare che il quadro di situazione è comunque segnato dal calo dei reati registrato nel 2017 e nei primi 10 mesi del c.a., quando i delitti consumati sono ulteriormente diminuiti del 10% rispetto all’analogo periodo del 2017, compresi quelli contro la persona e il patrimonio. Risultati che sono il segno di una sfida raccolta da tempo per garantire le condizioni di vivibilità più elevate possibile, di cui si sono resi  protagonisti tutti i carabinieri di questa legione, che hanno visibilmente dedicato le loro migliori energie a questo obiettivo, offrendo doti di coraggio, di altruismo e di spiccata professionalità. Doti espresse anche in occasione delle difficili condizioni ambientali registrate in questi giorni, per le quali sono stati rilasciati 12 attestati di merito alle stazioni carabinieri e alle centrali operative più impegnate”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.