03 Ottobre 2018 15:04

LA STORIA

Un adriese salva il leoncino devastato dai vandali

Michele Rigoni con la sua ditta di restauri ha offerto gratuitamente la rimozione della vernice gettata sul monumento veneziano


ADRIA – Michele Rigoni è un adriese “doc” che insieme ai suoi soci dirige una azienda che si occupa di restauro, la Lithos srl. E  non è nuovo a gesti del genere. Già alcuni anni fa si era occupato di restaurare la colonna Marciana di Venezia, un simbolo rovinato dai vandali. E questa volta si è offerto di sistemare, gratuitamente, il leoncino saltato agli onori della cronaca nazionale e internazionale in questi giorni per il terribile atto vandalico che lo ha visto imbrattato di vernice rossa.

“Quando ho sentito la notizia – spiega Michele Rigoni – ho subito scritto ai miei soci e insieme abbiamo deciso di offrire alla città il restauro del monumento. E’ un gesto che ha colpito tutti e che a noi tocca particolarmente visto la sensibilità che per forza, visto il nostro lavoro, abbiamo nei confronti dei monumenti. Ci siamo messi in contatto con la Soprintendenza e abbiamo offerto gratuitamente il lavoro di rimozione della vernice deturpante. Abbiamo ottenuto il permesso e da questa mattina siamo al lavoro”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.