09 ottobre 2018 12:17

SPACCIO IN CENTRO A ROVIGO

Preso all’aeroporto lo spacciatore della Rovigo Bene

Blitz all'aeroporto


ROVIGO – Era l’ultima persona alla quale applicare la misura cautelare, in questo caso di presentazione giornaliera alla polizia giudiziaria, nell’ambito di una indagine sullo spaccio di cocaina tra professionisti e volti noti di Rovigo. L’albanese di 31 anni è stato bloccato dalla squadra mobile della questura di Rovigo non appena tornato dalla madrepatria, all’aeroporto di Verona. Gli è stata notificata la misura cautelare. Era l’ultima delle sette persone a carico delle quali il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Rovigo aveva ritenuto, sulla base delle risultanze investigative della squadra mobile, di applicare la misura cautelare.

L’indagine, in particolare, aveva sollevato un certo scalpore. Non tanto per i quantitativi di cocaina che, secondo le ipotesi, sarebbero stati ceduti, ma per il fatto che buona parte del “giro” fosse radicata nel centro storico, coinvolgendo esercenti, professionisti e personaggi piuttosto noto. Con la notifica dell’ultima misura cautelare si chiude il cerchio, per gli investigatori della mobile.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.