11 settembre 2018 21:30

LENDINARA

La ciclabile Adige Po sarà terminata

Approvato il progetto


LENDINARA – Un deciso passo avanti compiuto dalla giunta comunale di Lendinara in direzione del completamento della parte della pista ciclopedonale Adige – Po, in particolare il tratto che dovrebbe estendersi da riviera del Popolo siano a via San Lazzaro. Un progetto per il quale il Comune di Lendinara aveva presentato domanda di finanziamento regionale, vedendo la propria istanza venire accolta, con un contributo pari a circa il 50% del costo complessivo dell’intervento da realizzarsi, nell’ordine dei 250mila euro. Nel corso dell’ultima seduta della giunta è stato infatti approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica.

Secondo il calcolo del Comune di Lendinara, la realizzazione del progetto costerà 512mila euro. Di questi 250mila euro saranno a carico del finanziamento regionale, mentre i restanti 262mila euro sono a carico dell’amministrazione comunale, ben decisa a portare a termine l’opera.

Per quanto riguarda le specifiche più precisamente “tecniche”, il progetto prevede, spiega la delibera approvata,
“il completamento del percorso ciclo-pedonale ‘Adige-Po’, nel tratto di riviera del Popolo compreso tra il ponte ‘Nuovo’ e l’incrocio di via San Lazzaro Alto, attraverso una nuova pista ciclopedonale in sede propria,  realizzata lungo il naviglio Adigetto”.

La pista, da progetto, dovrebbe avere “larghezza netta di cm 250, ad eccezione di un breve tratto finale in cui la larghezza è ridotta a cm 200 e risulterà separata dal traffico veicolare da un cordolo della larghezza di cm 50”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.