09 settembre 2018 21:34

AMBIENTE ROVIGO

Gheppio, civette, allocco e falco di nuovo liberi: festa a parco Langer

I rapaci, curati al Cras di Polesella, sono stati rimessi in libertà per la gioia dei bambini


ROVIGO – Sono stati raccolti mentre si trovavano in difficoltà, sono stati curati, accuditi e nutriti. Ed oggi, 9 settembre, hanno cominciato una nuova vita da selvatici all’interno di bosco Langer. Nell’ambito della festa Viviamo Parco Langer, una giornata di iniziative che ha avuto per protagonista il polmone verde del capoluogo, particolarmente suggestivo ed emozionante è stato il momento della liberazione di alcuni animali, per lo più rapaci, che sono stati restituiti alla vita dagli operatori del Cras, il Centro di recupero animali selvatici di Polesella gestito dal veterinario Luciano Tarricone.

Circondato da numerose persone, tra le quali tanti bambini incuriositi ed entusiasti, il “liberatore” Eddi Boschetti, presidente della sezione provinciale di Rovigo del Wwf, ha reso ancor più spettacolare il momento raccontando le storie dei singoli animali, fornendo qualche dettaglio sulle abitudini delle varie specie liberate e mettendo in luce l’encomiabile lavoro che il Cras svolge a tutela della fauna selvatica polesana e non solo.

Un gheppio, due civette, un piccione, un allocco e, dulcis in fundo, un falco pecchiaiolo di un anno d’età (e privo di un occhio a causa di un “incidente” che ha messo in pericolo la sua vita), sono tornati a popolare parco Langer e la vegetazione che lo caratterizza. Il volo che (quasi) tutti hanno spiccato lascia ben sperare sulle loro capacità di procacciarsi il cibo da soli. Solo il piccione, tra gli animali liberati, non si è librato in aria, motivo per il quale è stato accuratamente riposto nel contenitore che lo custodiva e verrà accudito per un ulteriore periodo di tempo fino a quando non si sarà completamente ristabilito.

Tanti gli applausi alla fine dell’iniziativa, con il presidente Boschetti che ha ricordato a tutti come ci si debba comportare qualora si trovasse un animale in difficoltà: contattando direttamente il Cras o il Wwf si dà la possibilità all’animale di essere curato, guarito per poi tornare libero.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.