09 agosto 2018 00:20

RIQUALIFICAZIONE EX OSPEDALE

“Ciao ciao Maddalena, e forse ci toccherà anche una causa coi privati”

Il commento dei consiglieri di minoranza Ivaldo Vernelli, Silvia Menon e Giorgia Businaro


ROVIGO – “Non vorrei che si rilevasse fondata la preoccupazione che sia io che la consigliera Silvia Menon avevamo sollevato in consiglio comunale: se non arrivano i soldi per sistemare l’ex ospedale Maddalena ci toccherà comprarlo lo stesso lo stabile? Quel preliminare di acquisto è un’arma in mano ai privati”. Commenta così la notizia del possibile blocco dei fondi per il bando periferie urbane da parte del Governo il consigliere comunale Ivaldo Vernelli dopo l’approvazione al Senato del decreto milleproroghe, che deve ancora passare al vaglio della Camera, ma che prevede lo stop al finanziamento ai Comuni per la riqualificazione delle aree degradate che nel caso di Rovigo significa dire no alla riqualificazione dell’ex ospedale Maddalena (LEGGI ARTICOLO).

“Sono molto preoccupato che la delibera approvata dal consiglio comporti il fatto che il Maddalena ce lo dovremo comprare lo stesso anche senza il finanziamento – spiega Vernelli – Una questione da Corte dei Conti. Eppure nonostante le preoccupazioni espresse in consiglio comunale non siamo stati ascoltati. I privati ora potrebbero anche farci causa se non comprassimo lo stabile? Io credo di si”.

Sulla stessa posizione la consigliera Silvia Menon che aggiunge: “Revochiamo subito l’autorizzazione all’acquisto dell’immobile dell’ex ospedale Maddalena che ha dato il consiglio comunale. Siamo stati messi di fronte ad una delibera sibillina nella quale manca un passaggio dove fosse chiaramente scritto che il Comune non avrebbe acquistato il Maddalena se il Ministero non avesse garantito l’intero finanziamento. Una questione che in consiglio ho sollevato, inascoltata. Non sappiamo se e quanti soldi arriveranno dal Ministero a maggior ragione dopo il blocco del governo al bando periferie, siamo in una posizione delicata. Torniamo al più presto in consiglio a revocare la delibera che la maggioranza ha approvato la settimana scorsa. Tuteliamo le casse comunali e i cittadini di Rovigo. Non esponiamoci al rischio di una nuova causa milionaria”.

Ciao ciao riqualificazione urbana, ciao ciao fondi per le periferie e i luoghi degradati, ciao ciao sistemazione dell’ex ospedale Maddalena. Il governo Lega-Cinque Stelle congela miliardi di euro che i governi Renzi-Gentiloni avevano stanziato per la riqualificazione delle periferie di città capoluogo e aree metropolitane”, commenta invece la consigliera del Pd, Giorgia Businaro.  Dopo tutto il lavoro fatto dal sindaco leghista per trovare un accordo coi privati proprietari del Maddalena, il governo del suo capo Salvini vanifica tutto con un colpo di spugna. Ricordo che, in consiglio comunale, i consiglieri leghisti sostenevano che Renzi e Gentiloni non avessero regalato nulla a Rovigo, che fossero soldi dei rodigini. Bene. Ok. Ma, almeno, i governi Pd avevano previsto un lungimirante piano di redistribuzione proprio grazie al Bando Periferie. La Lega ex Nord non solo non ha alcuna proposta concreta per lasciare ‘i soldi sui territori’ ma addirittura porta via ai Comuni fondi già stanziati. Vergognoso”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.