30 Luglio 2018 11:12

LA GRANDE MOSTRA

Mummie superstar: Cina, poi mostra permanente

Trasferta orientale, poi esposizione stabile in città
Le analisi su Meryt


ROVIGO – Meryt e Baby, le due popolarissime mummie patrimonio della Collezione Egizia dell’Accademia dei Concordi, si allontanano dai riflettori di Palazzo Roncale, dove sono state al centro dell’attenzione dal 14 aprile scorso al 29 luglio. La loro prossima meta è, infatti, la Cina.

Per qualche settimana rimarranno a Rovigo per prepararsi adeguatamente alla grande trasferta cinese.
Meryt e Baby saranno, come già da tempo annunciato, le star della più importante esposizione sull’Antico Egitto in Cina. Prima tappa all’Hubei Provincial Museum di Wuhan, per continuare il loro tour sicuramente trionfale in altri tre musei del paese asiatico.

“Il debutto all’Hubei Provincial Museum di Wuhan è già di enorme rilievo – spiega la nota stampa di presentazione dell’evento – si tratta infatti di uno dei musei più famosi della Cina, con una grande quantità di reperti storici di interesse nazionale”.

Tornando alla mostra “L’Egitto ritrovato”, il bilancio del progetto espositivo voluto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, affiancata da Comune e naturalmente dall’Accademia dei Concordi, è di grande soddisfazione. Sono stati quasi 11.400 gli ammiratori in visita a Palazzo Roncale.

“Le due mummie dei Concordi – prosegue la nota – hanno conquistato soprattutto i più giovani, affascinati dalla storia del loro approdo in Polesine. La mostra di cui erano l’attrazione ha incuriosito anche chi non è un frequentatore di musei e attività culturali. Potenza del fascino dell’antico Egitto e di un tam tam che ha realmente coinvolto la città. Tanto da spingere la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo a prolungare di un intero mese la mostra (la cui chiusura era preventivata per il primo luglio)”.

“Ma cosa accadrà a Meryt e Baby al rientro dalla Cina? La preoccupazione da molti espressa circa la possibile loro ‘uscita dalla scena’ per una ricollocazione ai Concordi, è fugata dalla Fondazione e dai Responsabili della stessa Accademia. È stato già deciso infatti che Meryt e Baby saranno esposte dal 2019, stabilmente, nel percorso di visita di Palazzo Roverella, accanto ai capolavori della Pinacoteca dell’Accademia dei Concordi e del Seminario Vescovile”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.