06 luglio 2018 14:56

FIPAV

Le signore della rete

ROVIGO – Tempo di pagelle e promozioni in casa Fipav Rovigo, per quanto riguarda il settore arbitrale. Sono tre le promozioni, tutte al femminile, a livelli di arbitraggio superiori per la prossima stagione.

Silvia Longo è stata promossa al ruolo nazionale, mentre Laura Danese e Giorgia Baioccato sono state promosse al ruolo regionale.

Silvia Longo ha 28 anni, arbitra da 8 e abita a Lendinara. Assistente sociale, ha deciso di frequentare il corso per diventare arbitro dopo essere rimasta delusa dalla pallavolo giocata: “Quando ho capito che non avrei potuto fare della pallavolo la mia vita, ho dovuto reinventarmi e pensare a un modo per continuare a coltivare la mia passione. In realtà non ho mai smesso di giocare, ma negli ultimi anni trovo più soddisfazione a stare sul seggiolone”. Silvia ci tiene a ringraziare molto sia il comitato territoriale che il comitato regionale “che hanno creduto in me e mi hanno dato la possibilità di ottenere questa promozione. Spero di poter ripagare tutti degli sforzi fatti e di trarre tante altre soddisfazioni”.

Laura Danese ha 34 anni, arbitra da 3 anni ed abita a Masi (Padova). Impiegata in uno studio che si occupa di sicurezza sul lavoro, non ha mai giocato a pallavolo ma le è sempre piaciuto guardarla e ha pensato che arbitrare fosse un modo per avvicinarsi ulteriormente a questo sport. “Ho letto del corso su un settimanale, non conoscevo nessuno che arbitrava ed ho pensato di buttarmi. Ho vissuto qualche alto e basso, finora, nella mia carriera arbitrale, ma la voglia è molto forte, quindi non ho mollato”. Laura dichiara di aver già fatto privatamente i ringraziamenti di rito, ma ci tiene a dedicare questo importante traguardo alla madre, scomparsa lo scorso anno. Da settembre la ritroveremo sui seggioloni nei palazzetti fino alla serie C, ma intanto tra un paio di settimane si misurerà con l’arbitraggio nel beach volley regionale, avendo conseguito il patentino per arbitro di beach.

Giorgia Baioccato ha 22 anni, arbitra anche lei da 3 anni e vive a Fenil del Turco. Studentessa di Scienze ambientali a Padova, ha dovuto interrompere la carriera di giocatrice a causa di un infortunio e navigando sul sito di Fipav Rovigo è venuta a conoscenza del corso arbitro e ha deciso di provare per vedere com’era stare dall’altra parte. “Ho iniziato assieme a Laura Danese e per questo la sento molto vicina. Devo davvero ringraziare chi mi ha supportata ad inizio della scorsa stagione quando pensavo di smettere, per apparente inconciliabilità di impegni, convincendomi a rimettermi in gioco”.

Ogni anno Fipav Rovigo avvia e prepara nuove leve al percorso di Ufficiale di gara per il servizio arbitrale dei campionati territoriali e ogni fine stagione può proporre al ruolo regionale qualche nominativo fra quelli più meritevoli la promozione. L’organico attuale in provincia conta ad oggi trentasei arbitri dal livello territoriale al livello nazionale, provenienti da più settori e con le più svariate motivazioni: ex atleti che vogliono rimanere nel mondo federale, appassionati sportivi che vogliono avvicinarsi al mondo federale, studenti che investono il loro tempo libero in attività federale recuperando crediti scolastici. Tutte le prestazioni arbitrali sono rimborsate. Dalla stagione 2015/2016 è in atto una collaborazione con il Miur e il Liceo Sportivo di Rovigo per il reclutamento e la formazione di arbitri scolastici per il servizio gare dei campionati studenteschi, gli studenti che hanno conseguito il ruolo di arbitro scolastico possono scegliere di completare il percorso federale integrando con qualche lezione e diventando a tutti gli effetti Ufficiali di gara. A fine settembre partirà il nuovo corso per la stagione 2018/2019, la partecipazione è gratuita e l’età minima di ammissione è 16 anni. Tutte le informazioni possono essere richieste alla mail: [email protected]