10 luglio 2018 17:01

RUGBY ROVIGO

Arriva anche un ex Stade Francais

Mantvydas Tveraga con la nuova maglia


ROVIGO – L’inizio della preparazione estiva della Femi – Cz Rugby Rovigo Delta è alle porte e la Società di viale Alfieri ha messo a punto gli ultimi acquisti prima del raduno ufficiale, ingaggiando Mantvydas Tveraga, Francesco Rossi e Marcello Angelini.

Seconda linea di esperienza soprattutto nelle rimesse laterali, classe 1986, 196cm per 106kg, Mantvydas Tveraga è di origine lituana ma di formazione italiana, avendo vestito la maglia Azzurra della Nazionale Under 21 e dell’Italia “A”. Cresciuto nelle giovanili del Piacenza Rugby, con cui ha debuttato in Serie A, ha fatto un’esperienza di due anni allo Stade Francais per poi tornare in Italia e accasarsi in Eccellenza con il Rugby Parma dal 2007 al 2010. Nella Stagione successiva si è trasferito al Petrarca, con cui si è laureato Campione d’Italia nel 2011 al Battaglini, restandovi per sei stagioni e facendo anche il permit player in Pro 12 tra le fila del Benetton Treviso. Negli ultimi due anni ha vestito la maglia del Piacenza.

“Per me è un grande stimolo poter lavorare in una società ambiziosa come Rovigo e con allenatori di livello – è il commento di Mantvydas – Spero che il mio apporto e la mia esperienza possano essere utili alla squadra affinché si possa lavorare nel modo migliore possibile, crescere e raggiungere gli obiettivi prefissati”.

Provengono da L’Aquila Rugby Club i giovani Francesco Rossi e Marcello Angelini. Il primo è un promettente pilone classe 1997, 185cm per 118kg, nato in provincia di Taranto e cresciuto nell’Accademia zonale di Benevento. Classe 1996, 180cm per 85kg, Angelini è invece un centro cresciuto professionalmente a L’Aquila, sua città natale, e maturato all’Accademia “Ivan Francescato” insieme ai neo compagni di squadra Mantelli e Pavesi.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.