28 Giugno 2018 21:30

CONTRO I TEPPISTI DI BADIA POLESINE

Videosorveglianza alla Vangadizza per prevenire atti vandalici

Dopo l'incidente di un mese fa, il sindaco Giovanni Rossi agisce sulla prevenzione


BADIA POLESINE – Circa un mese fa, alcuni vandali, avevano colpito a sassate un bassorilievo custodito all’interno dell’Abbazia della Vangadizza, a Badia Polesine (LEGGI ARTICOLO). A distanza di un mese, quindi, il sindaco Giovanni Rossi spiega come si è proceduto per sistemare i danni provocati e, soprattutto, come si sta procedendo per individuare i responsabili e per prevenire altri atteggiamenti di questo tipo: è in arrivo, infatti, un sistema di videosorveglianza.

Il Comune di Badia ha subito preso in mano la situazione: “Abbiamo proceduto in due modi – commenta il sindaco Giovanni Rossi -. Prima di tutto abbiamo presentato denuncia contro ignoti ai carabinieri di Badia, non tanto per il bassorilievo della Baccante che fortunatamente non è stato lesionato, ma poiché era stato danneggiato un muretto dell’Abbazia della Vangadizza. Ora i carabinieri stanno procedendo con delle indagini per individuare i responsabili: sono pronto a scommettere che si tratti di ragazzini che hanno voluto fare dei dispetti. Per il futuro, invece, stiamo agendo per installare un sistema di videosorveglianza per prevenire questi atti vandalici. Bisogna verificare i tempi tecnici per l’affidamento della gestione della pubblica illuminazione/sorveglianza, dato che era un appalto combinato, e poi le telecamere saranno installate”.

Nessun danno grave, quindi: “Il problema lo stiamo risolvendo – conclude il primo cittadino -, ma continuo a pensare sia meglio non parlare di queste questioni per non creare un effetto di emulazione nei ragazzi: fortunatamente non ci sono grandi danni, meglio agire per prevenire altri dispetti da parte dei giovani di Badia, non bisogna dare visibilità a queste azioni”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.