28 Giugno 2018 12:40

CINEMA ROVIGO

Pupi Avati cerca tre volti polesani: il casting a Palazzo Celio

Il 5 luglio le selezioni di tre ragazzi tra i 13 ed i 17 anni per il film “Il Signor Diavolo”


ROVIGO – Recitare in un film, entrare a far parte ad un cast di attori diretti da un grande regista, conoscerlo da vicino ed entrare nel mondo magico del cinema, non è solo un sogno ad occhi aperti di tanti adolescenti. Per tre ragazzi polesani, infatti, sta per diventare realtà.

Sì, perché il maestro Pupi Avati, pluripremiato regista bolognese, vera e propria colonna portante del cinema italiano con capolavori come “Il cuore altrove”, “Il papà di Giovanna”, “La casa dalle finestre che ridono” e “Regalo di Natale”, sta cercando in Polesine tre giovani di età compresa tra i 13 ed i 17 anni per il suo film “Il Signor Diavolo”. Ed i casting per selezionare i profili più adatti al ruolo si svolgeranno giovedì 5 luglio a Palazzo Celio, sede della Provincia di Rovigo. Due gli spazi che saranno occupati nella giornata dalle 9 alle 17: la sala giunta per le selezioni e la sala consiglio per l’attesa.

I tre ragazzi andranno ad integrarsi con il restante gruppo di attori per le riprese del film che si dovrebbe girare già questa estate. Volti nuovi, senza esperienza, pronti anche a mettersi in gioco sul grande schermo in ruoli che potrebbero anche essere di una discreta importanza. Sono circa 150 i ragazzi che accederanno al casting nell’arco della giornata per tre dei quali, rispondendo alle caratteristiche fisiche alle esigenze cinematografiche, si aprirà un mondo nuovo, vivendo dall’interno le tappe per la realizzazione di un film.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.