04 Giugno 2018 22:40

EVENTI BADIA POLESINE

Il piccolo festival dell’improvvisazione

Appuntamento a Salvaterra
Marco Bussi


BADIA POLESINE – L‘Ensemble collettivo Crisis organizza Cataclisma Improvisation Piccolo Festival, evento dedicato all’improvvisazione libera, al jazz e ai linguaggi musicali sperimentali presso la villa Valente-Crocco, casa della legalità di Salvaterra (frazione di Badia Polesine) nelle serate del 16 e 30 Giugno alle ore 21.

Il Cataclisma Improvisation Piccolo Festival è pensato come evento di apertura per una serie di incontri finalizzati a creare momenti di produzione e ascolto dell’improvvisazione libera nella provincia di Rovigo. L’improvvisazione libera è un genere musicale che si formalizza negli anni sessanta sotto l’influenza del free jazz e della musica contemporanea e grazie alle ricerche di musicisti quali Derek Bailey, Peter Brötzman, Anthony Braxton, Evan Parker, George Lewis, e del Gruppo di Improvvisazione Nuova Consonanza e Musica Elettronica Viva in Italia.

L’Ensemble Collettivo Crisis nasce nel 2012 fra le mura del Conservatorio “Francesco Venezze” di Rovigo, è composto da i musicisti e compositori Pietro Frigato (chitarra elettrica e live electronics) e Marco Bussi (pianoforte e live electronics) e si occupa di musica classica contemporanea ed elettronica e focalizza la propria ricerca sull’improvvisazione.

I due musicisti lavorano sulla creazione di uno spazio musicale incentrato sulle componenti più moderne della composizione estemporanea, vista dagli artisti come strumento utile nella creazione di una comunicazione precisa e momentanea sia tra i musicisti che tra musicisti e il pubblico, andando a coinvolgere i presenti in un evento artistico in cui è centrale l’interazione relazionale.

L’Ensemble da gennaio di quest’anno è ospite presso la Villa Valente-Crocco che ne accoglie le attività. I due concerti vedranno l’incontro artistico dell’Ensemble Collettivo Crisis con il sassofonista tedesco Johannes Wöhrmann (16 giugno) e con il duo formato da Giovanni Bertelli e Pasquale Paterra (30 giugno).

Johannes Wöhrmann giovane sassofonista amburghese, ha suonato come sax tenore sia di sezione sia solista in diverse big band (Bigband, National Niedersachsen “Windmachine” Youth Jazz Orchestra, “Jazzessence” Hamburg Youth Jazz Orchestra, German-Polish Youth Jazz Orchestra). La sua ricerca artistica è focalizzata sull’improvvisazione, sulla composizione e su un linguaggio personale che comprenda sia il jazz tradizionale che l’improvvisazione libera. I suoi musicisti di riferimento sono Charlie Parker, Johnny Hodges, Wayne Shorter, John Coltrane.

Giovanni Bertelli (chitarra) e Pasquale Paterra (tromba), si incontrano presso i Conservatori di Ferrara e Rovigo, e avviano una collaborazione all’interno di progetti musicali diversi con cui hanno avuto l’occasione di suonare lungo tutta la penisola. Hanno partecipato a numerosi Festival Jazz e hanno avuto occasione di suonare con nomi importanti del panorama jazzistico nazionale e internazionale (Marco Tamburini, Achille Succi, Jasper Blom, Roberto Cecchetto, Max Ionata, per citarne alcuni).

Tra le influenze più significative vi sono musicisti come Jim Hall, Clifford Brown, Chet Baker, Bill Evans, Bill Frisell, Paul Motian, Brian Blade. L’evento Cataclisma Improvisation Piccolo Festival è organizzato in collaborazione con ATS Salvaterra e con il patrocinio del comune di Badia Polesine.

Al Festival seguiranno tre open stage dedicati all’improvvisazione libera aperti a ogni musicista che voglia parteciparvi nelle serate del 3, 17 e 31 luglio. L’ingresso agli eventi è ad offerta libera, per informazioni chiamare il 347 927 8376, scrivere a esemblecollettivocrisis@gmail.com o visitare la pagina facebook www.facebook.com/ensemblecollettivocrss.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.