21 giugno 2018 11:49

EVENTI TAGLIO DI PO

Massimo Carlotto al Deltablues: il reading musicale noir fa tappa a Taglio di Po

Insieme all'Alligatore ci saranno Maurizio Camardi e Francesco Garolfi. A seguire i Bayou Moonshiners


TAGLIO DI PO – Romanzi noir, blues e sapori del Polesine sono gli ingredienti perfetti per questo settimo weekend della trentunesima edizione di Deltablues festival, in scena questa volta a Taglio di Po all’agriturismo “Monte Scala” sabato 23 giugno. Un originale connubio tra letteratura e musica che accompagnerà i presenti dal crepuscolo fino a notte fonda nel parco dell’agriturismo a due passi dalla chiesa romanica di San Basilio.

Un’occasione imperdibile per assaporare il blues nel cuore del Delta del Po. Le pagine protagoniste sono quelle dei libri di Massimo Carlotto, famoso scrittore veneto noir che sarà affiancato dai musicisti Maurizio Camardi e Francesco Garolfi. Ad andare in scena il reading musicale “Blues per cuori fuorilegge” ispirato all’ultimo lavoro letterario “Blues per cuori fuorilegge e vecchie puttane” con protagonista il personaggio letterario Marco Buratti detto l’Alligatore, investigatore senza licenza appassionato della musica blues che fa da colonna sonora alle sue inchieste nel Nordest del benessere e della mancanza di valori. Gli amori, le amicizie, le vittorie e le sconfitte ma soprattutto il rapporto con il blues, la musica che fa da colonna sonora alle sue vicende e che lo aiuta ad interpretare il mondo e ad orientarsi nella vita.

Con Carlotto che riveste i panni di Marco Buratti tra romanzo e realtà, sul palco altri due personaggi della serie: Maurizio Camardi e Francesco Garolfi. Il sassofonista Maurizio Camardi è noto da anni ai lettori come amico dell’Alligatore ed esperto di belle donne mentre Garolfi compare nell’ultimo romanzo e sul palco rivestono il doppio ruolo di musicisti e personaggi di carta. Camardi è esponente di primo piano del jazz italiano ha collaborato con Paolo Fresu, Stefano Battaglia, Enrico Rava, Claudio Fasoli, Patrizio Fariselli e molti altri. Nel campo della musica d’autore si è esibito con Ricky Gianco e Gualtiero Bertelli e, in ambito blues con il rimpianto Cooper Terry. Al suo attivo anche la direzione artistica di importanti rassegne (tra cui “Storie di Jazz a Padova”). Insieme al musicologo Roberto Favaro ha fondato nel 1986 la Scuola di Musica “George Gershwin” di Padova di cui è il direttore.

Francesco Garolfi è un chitarrista, compositore, arrangiatore e produttore tra i più interessanti e raffinati della scena emergente. Ha diviso il palco e registrato in Italia e all’estero con artisti di fama internazionale, interpretando svariati generi musicali con sensibilità e personalità distintive. Dal blues al rock, dalla world music alla musica d’autore, dalla musica popolare alla classica contemporanea, passando per le sonorizzazioni e la musica per il teatro e la letteratura.

Al termine del primo spettacolo sarà offerto, in collaborazione con Slow Food Rovigo e compreso nel biglietto, un ricco buffet con il meglio dei prodotti del Polesine ed in particolare del Delta del Po. Questo il menù proposto: aperitivi alcolici e non alcolici; risotto con riso del Delta con verdure e caprino; frittatine con erbette; taglieri di formaggio e salame e affettati; parmigiana di melanzane; vini del Colli Euganei e dei Lessini. Il costo della serata è di 10 euro comprensivi dei due spettacoli e del ricco buffet proposto. Riduzione 20% per soci Coop Alleanza 3.0, Slow Food e Rovigo Jazz Club (riduzioni non cumulabili).

Gli ingredienti utilizzati in cucina provengono dalle vicine aziende. Le verdure dell’orto e di campo sono dell’azienda “La Bella, Taglio di Po”, i formaggi sono preparati da Claudio Nardini a Cavanella Po mentre i salumi provengono dalle aziende di Francesco Da Schio di Cambio di Villadose e Giovanni Astolfi a Stanghella.

Alle 21.30, nel dopo cena, riprende la musica con i Bayou Moonshiners. Stephanie Ghizzoni (voce, percussioni) e Max Lazzarini (pianoforte, voce) portano nei colori, odori e suoni suggestivi tipici dell’incredibile atmosfera delle strade di New Orleans. La loro musica fa assaporare quella città dove tutto sembra essere possibile, un luogo con una storia unica, eco di tante culture diverse.

New Orleans è un luogo con molti volti, dal divertimento e dalla festa del “mardi gras”, alle leggende oscure e blues dei fantasmi che ancora vagano nel quartiere francese insieme a bande di ottoni e maschere da carnevale. Max e Stephanie, una vita trascorsa con le band di ognuno di loro su palchi italiani, svizzeri, tedeschi sono ora insieme ed hanno una missione: creare un ponte tra l’Italia e la Louisiana. In attività da una ventina d’anni, di cui dieci attraversando a 360 gradi il mondo del blues, Max “Alligator” Lazzarin ispira il suo sound, pianistico e vocale, alle atmosfere della New Orleans music, eseguendo sia brani propri che grandi classici reinterpretati.

Due album all’attivo, “Baron Samedì” nel 2006 e “Don’t Touch My Shoes” nel 2009 che gli hanno regalato grandi soddisfazioni entrando in classifica in Francia e venendo trasmessi dalle emittenti specializzate belghe e canadesi, oltre che assicurargli i più grandi palchi italiani specializzati nella Black Music. Max “Alligator” Lazzarin da alcuni anni porta avanti il felice sodalizio artistico “Bayou Moonshiners” con la brava e coinvolgente cantante Stephanie Ghizzoni con la quale ha vinto la finale italiana dell’Italian Blues Challenge 2016 ed ora presenta il recente cd “Living Live”.

Deltablues è organizzato da Ente Rovigo Festival con il sostegno della Fondazione Cassa di risparmio di Padova e Rovigo. Supportano la manifestazione anche Regione Veneto e Provincia di Rovigo con Reteventi, al conservatorio statale Venezze di Rovigo, i Comuni ospiti Rovigo, Porto Tolle, Taglio di Po, Loreo, Rosolina Mare, Arquà Polesine, Lendinara, Occhiobello, i main sponsor Asm Set, Coop Alleanza 3.0.

Leggi qui il programma completo di Deltablues festival

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.