28 Giugno 2018 13:20

CARABINIERI

Era il terrore dei pizzaioli: preso

Contestato un doppio colpo, passando dalla finestra
Individuato dai carabinieri


BADIA POLESINE – I carabinieri della stazione di Badia Polesine hanno denunciato in stato di libertà all’Autorità giudiziaria per il reato di furto aggravato un 25enne della provincia di Padova. I militari, secondo questa ricostruzione dei fatti, hanno accertato che il giovane aveva commesso due furti in due distinti episodi in danno di una pizzeria del luogo.

Le indagini hanno permesso di riconoscere e identificare il soggetto grazie alla visione delle telecamere di videosorveglianza installate all’interno del locale. I due colpi commessi in fotocopia, previa effrazione di una finestrella, avrebbero consentito all’autore di impossessarsi complessivamente della somma di 150 euro in banconote di vario taglio, custodite all’interno del registratore di cassa, oltre al danno causato dalla rottura dello stesso infisso, che si aggira intorno ai 500 euro.

Il giovane avrebbe colpito due volte ai danni di una pizzeria che si trova in centro, secondo un modus operandi ricostruito minuziosamente dai carabinieri guidati dal comandante di stazione Paolo Valentini. Prima, sarebbe entrato come un normale cliente, ordinando e consumando. In quel frangente, si sarebbe fatto un’idea piuttosto chiara di come agire. Poi, la notte, avrebbe colpito, armato di un piede di porco.

Questi, al momento, gli episodi contestati. Si stanno però conducendo ulteriori approfondimenti, per capire se il 25enne possa essere collegato anche ad episodi simili avvenuti di recente a Lendinara (LEGGI ARTICOLO). Anche in questo caso è stata presa di mira per due volte consecutive la medesima pizzeria e anche in questo caso la strada d’accesso scelta è stata una finestrella, posta sopra la porta principale. Come a Badia Polesine, poi, il danno provocato è stato superiore al bottino.

 

 

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.