05 Giugno 2018 18:26

POLITICA

Cautela e rassegnazione, così i rodigini guardano al nuovo governo

Tra il bicchiere mezzo pieno e il bicchiere mezzo vuoto, meglio mezzo pieno. Questa l'opinione tra i cittadini che preferiscono "stare a guardare" le mosse della nuova alleanza


ROVIGO – Cauta fiducia ma anche una buona dose di rassegnazione. Della serie “piuttosto di niente…”. Questo il responso generale che arriva da parte dei rodigini verso il nuovo governo, formato dall’unione di Movimento 5 Stelle e Lega, guidato da Giuseppe Conte. C’è qualcuno che storce il naso davanti alla strana alleanza, mentre altri sono soddisfatti del fatto che finalmente sia arrivato qualcosa di nuovo a governare il nostro Paese, seppur l’alleanza suoni strana.

“Sinceramente abbiamo provato sia la sinistra che la destra e nessuno ha fatto quello che doveva fare – commentano alcune signore a spasso per il mercato del martedì mattina, 5 giugno, in centro -. A questo punto ben venga qualcosa di nuovo, la situazione non può che migliorare: lo scorso governo ha fatto solo danni. Lasciamoli lavorare e vediamo che succede”. L’inesperienza di Di Maio è il “male minore”: “Certo è la sua prima volta al governo – spiegano i rodigini -, ma non è che prima ci fossero dei luminari. Sicuramente avere vicino Salvini servirà a dare una mano ai Cinque stelle che non conoscono alcuni meccanismi. Conte cercherà di mediare le due posizioni, ma i punti in comune ci sono. Speriamo che anche i ‘vecchi’ della politica capiscano che c’è bisogno di lasciare spazio al nuovo per amore della nostra Italia e diano loro una mano, anziché mettere il bastone tra le ruote come hanno sempre fatto. Rovinerebbe solo gli italiani, non loro”.

Una buona parte dei rodigini, comunque, confessa di aver votato Lega: “Siamo con Salvini, abbiamo votato per lui e siamo contenti di questo risultato – spiegano alcune signore -. Vediamo tante situazioni negative in giro, va fatto un po’ di ordine e bisogna iniziare a pensare di nuovo agli italiani che non hanno lavoro, rimandando a casa chi non fa nulla e non lavora”.

Insomma, alla fine, un timido segnale di fiducia c’è. Anche da parte di chi aveva votato altro: “Sinceramente non avevo votato per loro – commenta una signora -. Ma piuttosto che continuare con questa farsa del rinvio del governo meglio Conte premier. Ho fiducia comunque nei Cinque stelle e nella Lega, spero che facciano il bene del Paese e si assumano le loro responsabilità. Ora lasciamoli lavorare, vediamo che succede”.

Infine, anche qualche straniero, pur non avendo votato, vuole dare la sua opinione: “Sinceramente l’Italia ha fatto ridere tutto il mondo in questi giorni, non riuscendo a formare un governo a causa di questa legge elettorale. Per fortuna finalmente hanno scelto una formazione per guidare il Paese. L’importante è questo. Poi vedremo che succede e se saranno all’altezza”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.