16 maggio 2018 14:30

ACCADEMIA DEI CONCORDI

Un capolavoro ristampato

Martedì 22 maggio
La copertina del libro

ROVIGO .- Appartiene alla migliore narrativa meridionalistica l’affresco che Giovanni Sapia, filologo e scrittore, ci ha consegnato nei brevi e vivaci racconti che compongono “Il Romanzo del casale”. Luoghi e personaggi di un mondo rurale novecentesco campano, vita di un casale appunto, metafora di una civiltà ormai lontana, ma capace di generare nostalgia e lezione civile ad un tempo.

L’Accademia dei Concordi ha voluto riproporre con propria edizione già nel 2016 l’opera ormai esaurita e irreperibile dell’illustre scrittore; opera che l’editorialista Alessandro Zaccuri nelle pagine dell’Avvenire presentava recentemente come “un caso letterario nazionale”, ignorato dalla grande diffusione e meritevole invece di essere riconosciuta come capolavoro letterario a tutto tondo.

Sarà lo stesso Zaccuri – invitato dalla Fondazione per lo Sviluppo del Polesine – martedì 22 maggio, in Accademia dei Concordi sala degli arazzi, alle ore 17, ad argomentare in proposito,  dando pubblico riconoscimento del valore del romanzo. E a rendere il più opportuno contesto con musiche dell’epoca ci sarà al pianoforte il direttore del nostro Conservatorio, Giuseppe Fagnocchi.

Ai partecipanti all’incontro, una copia omaggio de Il romanzo del casale. Con libero ingresso fino ad esaurimento dei posti.